Questo sito contribuisce alla audience de

La concorrenza non manca a Sankt Moritz, ma in super-g saranno le azzurre il riferimento per tutte

Foto di Redazione
Info foto

2023 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

La concorrenza non manca a Sankt Moritz, ma in super-g saranno le azzurre il riferimento per tutte

Primi bilanci dopo la prova che ha aperto la cinque giorni in Engadina, con Nicol Delago che è risultata la migliore (7° crono) e Goggia che già pensa alle tre battaglie sulla "Corviglia". Giovedì ultimo training, poi il primo dei due super-g dove Shiffrin e Gut-Behrami proveranno a rovinare la festa allo squadrone azzurro. Suter, oggi lontana ma fiduciosa: "Ho lavorato bene a Copper Mountain, sono pronta".

Condizioni molto buone a Sankt Moritz, sperando che rimangano tali anche per il week-end, quando finalmente dovrebbe cominciare la stagione della velocità, in questo caso per il settore femminile.

La prima delle due prove vissuta oggi in ottica discesa, ha visto Christina Ager con margine davanti a tutte, anche se non è l'unica volta (ed era già accaduto a Zermatt-Cervinia quest'anno) che l'austriaca spinge al massimo negli allenamenti ufficiali. Da Stuhec a Ortlieb, da Lie a Huetter sino a Suter e la rientrante Ledecka (ma ce ne sono altre...), sono tante le potenziali rivali per Sofia Goggia e compagne verso la gara di sabato, prima però ci sarà il super-g d'apertura di questa Coppa del Mondo, seguito poi domenica dal secondo.

E in questa specialità, le azzurre partono in cima al pronostico per qualità delle possibili vincitrici su una pista tecnica come la Corviglia, da Goggia a Brignone, da Bassino a Curtoni, anche se ci sono almeno due avversarie formidabili come Shiffrin e Gut-Behrami, per la forma e lo storico in Engadina e in generale nella disciplina; giovedì alle 10.30 ci sarà il secondo training, poi solo gare con il meteo che dovrebbe concedere una tregua pur con qualche dubbio legato soprattutto a domenica, quando le precipitazioni potrebbero essere importanti.

L'Italia ha già definito la formazione per i super-g, con Brignone, Goggia, Bassino e Curtoni assieme a Pirovano, le sorelle Delago, Melesi e Pichler, mentre Dolmen, Runggaldier e Zanoner (oggi la migliore delle tre) si giocheranno un posto per la discesa, con 9 pettorali a disposizione e la possibilità che forse anche un paio di loro possano scendere in pista per il debutto stagionale, con Melesi e Pichler nel caso a rimanere in “panchina”.

Chi è arrivata abbastanza distante oggi, a 1”71 da Ager, è la campionessa olimpica Corinne Suter che aveva subito ben impressionato nell'unica prova dello Speed Opening, prima della cancellazione delle due discese sulla Gran Becca. Nessun allarme da parte della svizzera, che a differenza di alcune rivali si è presentata a Sankt Moritz direttamente dal blocco di allenamento svolto a Copper Mountain e, parlando nel post prova odierna al “Blick”, si è detta soddisfatta della sua forma. “C'è ancora un po' di neve fresca, ma la pista è davvero bellissima – spiega Suter – Mentalmente non è stato facile attendere così tanto per le gare, a livello di energia puoi perdere qualcosa, ma io mi sento bene e non vedo l'ora che arrivino queste tre gare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
284
Consensi sui social

Super-G Femminile St. Moritz (SUI)

1° Pos.GOGGIA Sofia

ITA

2° Pos.HUETTER Cornelia

AUT

3° Pos.GUT-BEHRAMI Lara

SUI

Discesa Femminile St. Moritz (SUI)

1° Pos.SHIFFRIN Mikaela

USA

2° Pos.GOGGIA Sofia

ITA

Super-G Femminile Replaces: St. Moritz Altenmarkt-Zauchensee (AUT)

Più letti in scialpino

Odermatt-Sarrazin, non è ancora finita per la coppa di discesa verso le finali: le classifiche dopo Kvitfjell

Odermatt-Sarrazin, non è ancora finita per la coppa di discesa verso le finali: le classifiche dopo Kvitfjell

La gara norvegese ha tenuto in corsa il transalpino, costretto ai box dall'infortunio in prova: per la sua prima sfera di cristallo nella disciplina regina, all'elvetico basterà un 3° posto a Saalbach anche in caso di successo di Cyp. Paris ha un discreto margine su Kriechmayr per il 3° posto, mentre in chiave generale lo stesso bi campione del mondo di Cortina 2021 può provare a lottare per il podio finale.