Questo sito contribuisce alla audience de

A Killington lo slalom azzurro solo nella classe di Brignone. La luce in fondo al tunnel è lontana

Foto di Redazione
Info foto

Pentaphoto

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

A Killington lo slalom azzurro solo nella classe di Brignone. La luce in fondo al tunnel è lontana

Il 22° posto della valdostana, che ieri non aveva potuto dimostrare sino in fondo la sua ottima condizione, è davvero troppo poco per il team di Salvadori. Prossima chance tra un mese a Lienz, intanto ora si va a Lake Louise per la velocità.

Troppo poco, anche se i lampi di classe di Federica Brignone hanno salvato il bilancio, nel senso che almeno un piazzamento nelle trenta, esattamente come accaduto a Levi con il 21° e il 16° posto di Martina Peterlini, è stato portato a casa anche a Killington.

Certo però lo slalom femminile azzurro non può aggrapparsi alla ventiduesima posizione finale di una campionessa come la valdostana che, se fosse stato concluso ieri il gigante interrotto sulla Superstar per le fortissime folate di vento, oggi non avrebbe neppure preso il via. Schierata al fianco di Peterlini, Della Mea, Rossetti, Midali e Gulli, la vincitrice della coppa 2020 è stata nettamente la migliore, considerando pure che partendo col pettorale 32 non era per nulla semplice superare il taglio.

Non c'è riuscita per un centesimo Martina Peterlini, che per “storico” (anche se parliamo di una 24enne), condizione fisica e qualità agonistiche, è chiaramente il riferimento del gruppo di Devid Salvadori, ma oggi non è mai entrata in gara. Del resto abbiamo già detto, Della Mea e Rossetti sono atlete di buon affidamento, ma necessitano di tempo visto che lo slalom odierno era solo il terzo (in otto giorni) post infortunio al crociato.

Mancavano Viviani e Mathiou, che rivedremo a Lienz nel prossimo appuntamento di fine dicembre, anche se prima molte delle azzurre del gruppo Coppa del Mondo gareggeranno nel circuito continentale, a partire dagli slalom di giovedì e venerdì prossimo a Pass Thurn, in Austria.

Tornando a Brignone, che proprio a Killington due anni fa disputò il miglior slalom della carriera per oltre tre quarti, prima di uscire a 20 porte dalla conclusione quando viaggiava appena fuori dalla top five, la condizione è in crescita e la fiducia anche: la 31enne di La Salle potrà dimostrarlo, anche se il contesto tecnico non è forse l'ideale per lei, già nel trittico del prossimo week-end a Lake Louise. Nelle due settimane a Copper Mountain, Fede ha lavorato molto pure sulla discesa e, assieme a Goggia e alle altre compagne, dal 3 al 5 dicembre in Alberta andrà alla ricerca di quel primo che la nazionale italiana, uomini compresi, ancora cerca in questa stagione 2021/22 appena cominciata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
247
Consensi sui social

Slalom Femminile Killington (USA)

1° Pos.SHIFFRIN Mikaela

USA

2° Pos.VLHOVA Petra

SVK

3° Pos.HOLDENER Wendy

SUI

Discesa Femminile Lake Louise (CAN)

1° Pos.GOGGIA Sofia

ITA

2° Pos.JOHNSON Breezy

USA

3° Pos.PUCHNER Mirjam

AUT

Ultimi in scialpino

La curva Goggia allo Scarpadon? Fatale per Lisa Hoernblad: ginocchio sinistro distrutto

La curva Goggia allo Scarpadon? Fatale per Lisa Hoernblad: ginocchio sinistro distrutto

E' arrivata in serata, da parte della federsci svedese, la diagnosi che riguarda la velocista caduta malamente (nello stesso punto di Sofia) nel super-g di Cortina. Rottura di crociato anteriore, collaterale e menisco.