Questo sito contribuisce alla audience de

Clamoroso a Bansko, slalom cancellato dopo 31 discese nella 1^ manche: troppa pioggia, manca la sicurezza

Foto di Redazione
Info foto

GETTY IMAGES

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Clamoroso a Bansko, slalom cancellato dopo 31 discese nella 1^ manche: troppa pioggia, manca la sicurezza

Salta la seconda gara stagionale di specialità dopo Val d'Isère: uno slalom già poco regolare, con Noel al comando e Sala e Vinatzer 9° e 10° facendo miracoli con numeri già alti, viene definitivamente cancellato.

Davvero clamoroso quanto vissuto a Bansko, perchè è davvero raro vedere un secondo slalom, nella stessa stagione, cancellato per ragioni meteo.

La seconda gara tecnica in generale che viene definitivamente stoppata nel corso della prima manche in questo 2023/24 così strano e difficile, dopo il gigante di Soelden, e appunto una nuova sfida tra i pali stretti che salta dopo Val d'Isère due mesi fa.

Quello che avevamo visto nelle prime 31 discese (dopo mezz'ora di stop in seguito alla pausa tecnica, si è deciso di rimandare tutti a casa) era stato uno degli “spettacoli” peggiori dell'annata, con i primi numeri che hanno potuto giocarsi qualcosa, mentre pioggia e nevischio aumentavano col passare dei minuti, e Noel davanti a Haugan e Kristoffersen, prima del vuoto da Meillard a Feller, Yule, Strasser e tutti gli altri, con Tommaso Sala e Alex Vinatzer, i primi due azzurri scesi (poi col 30 era toccato a Kastlunger, 26° a 3”84), che pure si erano salvati alla grandissima considerando che sono usciti dal cancelletto per 13esimo e 20esimo, staccando il 9° e 10° crono a poco più di due secondi dal campione olimpico, che ha dovuto nuovamente rinviare l'appuntamento con la prima vittoria stagionale.

Ride certamente Manuel Feller, a 4 prove dalla conclusione (anche se un recupero in questo caso non è da escludere, ma è complicato) con 164 punti di margine su Linus Strasser.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
237
Consensi sui social

Ultimi in scialpino

Programma confermato a Kvitfjell: alle 11.00 il primo dei due super-g, Brignone col n° 6 la prima big in pista

Programma confermato a Kvitfjell: alle 11.00 il primo dei due super-g, Brignone col n° 6 la prima big in pista

Cielo coperto, ma condizioni discrete in Norvegia per cominciare finalmente una tappa cruciale per la Coppa del Mondo di specialità: Fede guida le azzurre e attacca il pettorale rosso di Gut-Behrami, che partirà subito dopo di lei e Bassino. Pirovano (n° 17) e Melesi (19) puntano ad una gara importante, da Huetter a Venier sino alle norvegesi il pronostico qui può risultare molto aperto.