Questo sito contribuisce alla audience de

Noel è ancora davanti dopo la 1^ manche, a Bansko ci sono i norvegesi ad inseguirlo. Sala e Vinatzer si salvano

Foto di Redazione
Info foto

2024 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Noel è ancora davanti dopo la 1^ manche, a Bansko ci sono i norvegesi ad inseguirlo. Sala e Vinatzer si salvano

Lo slalom in Bulgaria vede una prima metà di gara decisamente condizionata dal meteo, il campione olimpico (con un passaggio dubbio a rischio inforcata) ha un margine discreto su Haugan e Kristoffersen. Lontano Feller, è top ten parziale per Tommy e Alex, che limitano il ritardo a poco più di due secondi partendo in una situazione tostissima. Poi è arrivata la cancellazione definitiva dopo 31 discese.

Una prima manche che fa discutere, tra pioggia e neve a Bansko dove l'ottavo slalom di Coppa del Mondo si apre nel segno di Clément Noel, chiamato questa volta a ripetersi nella seconda al via dalle ore 12.30 che... non ci sarà, visto che è arrivata dopo 31 discese la notizia della cancellazione della gara, con la pioggia che ha reso poco sicura la pista, oltre che ben poco regolare tecnicamente.

Il fuoriclasse transalpino era davanti come a Chamonix facendo davvero paura nel tratto centrale, dopo aver rischiato l'inforcata prima di un dosso (l'immagine può lasciare qualche dubbio): volevano la prima vittoria di stagione, nel caso di Haugan anche di carriera, i due norvegesi alle spalle di Noel. Il buon Timon, appunto, secondo a 27 centesimi sfruttando abbastanza bene il numero 1, oggi fondamentale, e l'iridato Kristoffersen 3° a 0”38, partendo col 4 in una manche totalmente condizionata dal meteo.

Sì, perchè poi c'è Meillard 4° a 1”04 e i numeri di partenza seguono la startlist: Feller (che ha commesso anche un errore) paga 1”30, ma è comunque quinto e solido col pettorale rosso, Yule 6° a 1”33, Strasser 7° a 1”40 e Steen Olsen 8° a 1”50.

A spezzare la striscia solo i due azzurri di punta, davvero bravi: Tommaso Sala, 9° a 2”07 col pettorale 13 (pulendosi pure la maschera a metà prova visto che le gocce d'acqua hanno reso complicatissima la situazione per tutti), e Alex Vinatzer 10° a 2”20 con il n° 20, davanti anche a McGrath (2”24), Gstrein (2”37) e Kolega, finito a 2"56 e 13° col numero 22.

Dopo la prova di Kastlunger, distante 3"84, e con l'Italia che attendeva anche Razzoli, Gross, Barbera e il debuttante Bendotti, e quella del britannico Major col 31, ecco lo stop definitivo deciso da Markus Waldner. E sono due gli slalom saltati, davvero un'anomalia, per le condizioni meteo come accaduto ad inizio stagione in Val d'Isère.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
106
Consensi sui social

Ultimi in scialpino

Programma confermato a Kvitfjell: alle 11.00 il primo dei due super-g, Brignone col n° 6 la prima big in pista

Programma confermato a Kvitfjell: alle 11.00 il primo dei due super-g, Brignone col n° 6 la prima big in pista

Cielo coperto, ma condizioni discrete in Norvegia per cominciare finalmente una tappa cruciale per la Coppa del Mondo di specialità: Fede guida le azzurre e attacca il pettorale rosso di Gut-Behrami, che partirà subito dopo di lei e Bassino. Pirovano (n° 17) e Melesi (19) puntano ad una gara importante, da Huetter a Venier sino alle norvegesi il pronostico qui può risultare molto aperto.