Questo sito contribuisce alla audience de

Una "Volata" da brividi. Parola a Laura Pirovano: "Pista molto tecnica, ci sarà da divertirsi"

Foto di Redazione
Info foto

getty images (getty images (Ph

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Una "Volata" da brividi. Parola a Laura Pirovano: "Pista molto tecnica, ci sarà da divertirsi"

Mercoledì la prima prova a Passo San Pellegrino, ne parlano la velocista trentina, pronta alle gare di casa, e il gran capo della CdM femminile, il tarvisiano Peter Gerdol.

C'è grande curiosità attorno a “La VolatA”, pista che gli appassionati hanno potuto vedere solo in occasione dei campionati del mondo junior del 2019, oltre agli appuntamenti di Coppa Europa.

Si va verso lo storico esordio della Val di Fassa in Coppa del Mondo, con la tre giorni a Passo San Pellegrino che prevede, venerdì e sabato, due discese seguite dal super-g di domenica. Mercoledì il via ufficiale con la prima delle due prove su una pista che vedrà protagoniste ovviamente tutte coloro che si sono giocate le medaglie ai Mondiali di Cortina, ad eccezione di Mikaela Shiffrin che si concentrerà anche nel finale di stagione solo sulle gare tecniche.

Week-end cruciale per Lara Gut-behrami, ad un passo dalla sua terza coppa di super-g, e per Corinne Suter che, dopo il titolo mondiale di discesa, insegue il bis nella sfera di cristallo di specialità potendo sfruttare l'assenza di Sofia Goggia. A proposito dic asa Italia, con le azzurre che hanno testato il nuovo pendio prima della rassegna iridata (come tante altre nazionali), c'è curiosità attorno a Laura Pirovano. Per la 23enne di Spiazzo Rendena saranno le gare di casa. “E' una grande opportunità e spero che la Val di Fassa diventi tappa fissa in Coppa del Mondo – le parole di Laura, 12esima in discesa ai Mondiali - Sono certa che ci sarà un'organizzazione di qualità, per quanto riguarda la pista per noi donne è molto tecnica. Ci sono tanti passaggi sul ripido, punti ciechi, dossi.

Non è un tracciato banale e sono felice di questo. Bisognerà saper sciare. Mi piace in particolar modo il muro finale, da interpretare nel modo migliore per mantenere la velocità nel tratto conclusivo”.

Con la sfida in prova tra Elena Dolmen, Giulia Albano, Federica Sosio e Teresa Runggaldier, che faranno selezione per i due posti rimanenti a disposizione dell'Italia in ciascuna gara, “La VolatA” è stata tirata a lucido grazie al grande lavoro di preparazione di queste settimane realizzato dallo staff coordinato dai direttori di gara Rainer Senoner e Cesare Pastore. “E' una pista non lunghissima, ma particolarmente tecnica – ha evidenziato il direttore della Coppa del Mondo femminile, Peter Gerdol – ma contiene tutti gli elementi importanti per una gara di velocità, dal piano al salto, alla parte più ripida, alle contropendenze.

Vinceranno sicuramente atlete di assoluto livello”. Per la Val di Fassa - dopo trent'anni di rincorse iniziate con Alberto Tomba testimonial, le 20 edizioni di Coppa Europa, i mondiali junior e il progetto “Piste Azzurre” che prosegue dal 2006, ma pure con quattro atleti vincitori in Coppa del Mondo (Weiss, Costazza, Deville e Gross) - è pronta ad aprirsi una nuova pagina di un libro che spera di avere una foliazione importante nei prossimi anni. Ma pure un'importante visibilità televisiva e mediatica in una stagione molto difficile per il comparto neve di tutto il mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
153
Consensi sui social

SCI, SCELTI DAI LETTORI

Prezzi Atomic redster g9 rr flat

DADASPORT

ATOMIC - redster g9 rr flat

550.00 €

attacco esclusosolo misura 176 cmmisure: 106.5/67/90 raggio 21uno sci che riprende il noto concetto master 18 che tanto ha funzionato in casa rossignol, e lo...