Questo sito contribuisce alla audience de

E se fossero Lara Gut-Behrami e Michelle Gisin le carte della Svizzera per "correre" alle spalle di Shiffrin?

E se fossero Lara Gut-Behrami e Michelle Gisin le carte della Svizzera per 'correre' alle spalle di Shiffrin?
Info foto

2019 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

E se fossero Lara Gut-Behrami e Michelle Gisin le carte della Svizzera per "correre" alle spalle di Shiffrin?

Due campionesse elvetiche che hanno cominciato con il piede giusto nel gigante di Soelden.

Parliamo di Lara Gut-Behrami e Michelle Gisin, rispettivamente ottava e nona nell'apertura sul Rettenbach, in una specialità certamente non tra le preferite per entrambe.

O meglio, se la ticinese cerca quel feeling tra le porte larghe che sembra ormai smarrito da oltre due stagioni, l'olimpionica di combinata ha ottenuto nella prima stagionale il miglior risultato della carriera in gigante, confermando quanto di buono si diceva sul suo stato di forma in estate, dopo aver concluso anticipatamente la scorsa stagione tra problemi fisici e lo shock per il grave incidente occorso al fratello Marc.

Michelle sembra pronta, a 25 anni, per giocarsela eccome in ottica podio finale della Coppa del Mondo generale, o chissà che non possa essere proprio la nativa del Canton Grigioni, la prima inseguitrice della grandissima, se non unica, favorita per la sfera di cristallo assoluta che risponde ovviamente al nome di Mikaela Shiffrin. Capiremo molto di più sulle possibilità di Gisin nel week-end veloce di Lake Louise, dove l'anno scorso salì subito sul podio, ancor più che dal secondo gigante in programma il prossimo 30 novembre a Killington. Certo, la sorella di Dominique non ha ancora vinto in Coppa del Mondo, ma se in condizione fisica al top, potenzialmente è in grado di portare a casa punti pesanti in tutte e sei le specialità.

Chi invece nel massimo circuito ha vinto ben 24 volte, ma non esulta dal super-g di Cortina del 21 gennaio 2018, è una Lara Gut-Behrami che a Soelden ha fornito ottimi segnali, sia nella prima che nella seconda manche, e che punta forte soprattutto sulle discipline veloci. Il primo obiettivo è chiaramente quello di lottare per una sfera di cristallo di specialità, verosimilmente nel “suo” super-g, ma attenzione a sottovalutare la 28enne di Comano per i primi posti della overall, anche in considerazione della partenza ad handicap delle tre atlete che hanno seguito Shiffrin nella classifica generale della scorsa stagione (alle quali andrà probabilmente aggiunta Sofia Goggia), ovvero Petra Vlhova, Wendy Holdener e Viktoria Rebensburg, fuori dalla top ten nell'opening e chiamate al riscatto tra Levi, nel caso della slovacca e della svizzera (che deve però convivere con l'infortunio al gomito), e Killington nel caso della tedesca.

Se azzardare ipotesi sulla scala di valori delle prime inseguitrici della regina Shiffrin, certo in casa Svizzera si può sognare in grande.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
134
Consensi sui social

Discesa Femminile Lake Louise (CAN)

1° Pos.SHIFFRIN Mikaela

USA

2° Pos.HOLDENER Wendy

SUI

3° Pos.TRUPPE Katharina

AUT

1° Pos.BASSINO Marta

ITA

3° Pos.SHIFFRIN Mikaela

USA

COPPA DEL MONDO FEMMINILE

Fenomenale Marta Bassino! Vince a Killington davanti a Federica Brignone

Sabato 30 Novembre 2019
1° Pos.LEDECK┴ Ester

CZE

2° Pos.SUTER Corinne

SUI

3° Pos.VENIER Stephanie

AUT