Lunedì 16 Settembre, 23:16
Utenti online: 1602
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Vincent Kriechmayr il più veloce nell'ultima prova di Bormio

Vincent Kriechmayr il più veloce nell'ultima prova di Bormio

E’ stato Vincent Kriechmayr il più veloce nella seconda e ultima prova cronometrata in vista della discesa maschile di Coppa del Mondo di Bormio in programma domani.

L’austriaco ha preceduto di 4 centesimi il norvegese Aleksander Aamodt Kilde e di 19 l’altro austriaco Daniel Hemetsberger, quarto col numero 56 lo statunitense Ryan Cochran-Siegle, quinto e sesto altri due austriaci, Matthias Mayer e Hannes Reichelt, settimo lo statunitense Steven Nyman, nono il tedesco Josef Ferstl, decimo l’austriaco Daniel Danklmaier.

Seguono, tra gli altri, undicesimo lo svizzero Beat Feuz, tredicesimo il francese Johan Clarey, quattordicesimo lo statunitense Bryce Bennett, ventesimo il francese Adrien Theaux, ventitreesimo lo svizzero Mauro Caviezel, trentaduesimo il norvegese Kjetil Jansrud, trentottesimo lo svizzero Carlo Janka, quarantaseiesimo l’austriaco Max Franz, non sono partiti lo statunitense Ted Ligety e il norvegese Aksel Lund Svindal.

Così gli azzurri: ottavo Dominik Paris, quindicesimo Mattia Casse, ventiseiesimo Werner Heel, quarantaquattresimo Federico Paini, cinquantaduesimo Davide Cazzaniga, cinquantaseiesimo Alexander Prast, cinquantottesimo Emanuele Buzzi, non ha concluso la prova il più veloce di ieri, Christof Innerhofer, rialzatosi a metà pista, non sono partiti Matteo Marsaglia a causa di un risentimento al ginocchio accusato dopo il test di ieri, e naturalmente Peter Fill, che ha annunciato il forfait dalle gare di domani e dopodomani. Di seguito tratte da fisi.org le dichiarazioni di Buzzi, Innerhofer e Paris.

Emanuele Buzzi: “Domani sarà una bella lotta perché la pista è sempre più liscia e si fanno sentire le fatiche di queste prove. Ci sarà da combattere e non vedo l’ora di farlo. La Stelvio è sempre stata una pista molto difficile ma quest’anno si supera. Comunque mi sento bene, qualcosa in questa prova ho risparmiato, mi sono concentrato per trovare le linee migliori”.
Christof Innerhofer: “Sono contento, ho disputato un’altra bella prova. Oggi ho provato qualcosa di diverso e le novità hanno funzionato meglio rispetto a mercoledì. Nel finale ho cercato di risparmiare un po’ di energie per la gara, anche perché gli sci sbattevano di più e la neve nella parte centrale è ancora più ghiacciata. Serviranno domani. La gara sarà una sfida enorme. Sciare bene in queste condizioni è difficile. Forse sarà impossibile essere perfetti, ma la vittoria sta nelle traiettorie di certe curve. Sono concentrato e pronto”.

Dominik Paris: “Questa neve è ancora più dura rispetto alla prova di ieri. Ho provato spingendo alcuni pezzi alla ricerca della linea migliore, ma devo ancora sistemare qualcosa. Comunque sto bene e la speranza è che vada tutto bene sino in fondo. Il tris di vittorie sulla pista Stelvio? Sarebbe un sogno. Speriamo”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA