Questo sito contribuisce alla audience de

Odermatt senza limiti a Bansko, i podi in fila ora sono più di... Stenmark! Della Vite, rimonta da top ten

Della Vite, rimonta da???
Info foto

2024 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Odermatt senza limiti a Bansko, i podi in fila ora sono più di... Stenmark! Della Vite, rimonta da top ten

Nona vittoria consecutiva in gigante per il fenomeno rossocrociato (e 23 podi uno dietro l'altro nella specialità, 1 più di Ingo): sul podio salgono anche Steen Olsen e Feller. Discreta gara di Borsotti, nella 2^ perde tanto De Aliprandini.

Chirurgico, dominante, devastante.

Marco Odermatt non ha più limiti e lo conferma a Bansko, vincendo nuovamente tra le porte larghe del “suo” gigante e scrivendo la storia. Sei su sei in stagione, nove perle consecutive nella specialità e 23 podi in fila, ovvero 1 in più rispetto a Ingemar Stenmark (sono 25-24 se consideriamo anche Olimpiadi e Mondiali), che mantiene il primato in termini di successi uno dietro l'altro.

Avrà altre cinque possibilità per conquistare pure questo primato entro il termine dell'inverno, questo campione straordinario che oggi nella località bulgara, sulla pista intitolata ad Albertone Tomba, ha scritto 10 nella casella dei timbri nel 2023/24 e 34 in CdM, replicando nella 2^ manche quanto fatto nella prima.

A metà gara con 35 centesimi di margine su Alexander Steen Olsen, il nidvaldese infatti gestisce i primi tre quarti di tracciato (la 2^ era molto più veloce e proprio con disegno di uno dei tecnici della nazionale rossocrociata), poi apre il gas dove finisce il muro e nei 25 secondi finali, sui dossi da gestire con grande attenzione anche a livello tattico, fa la differenza guadagnando oltre 4 decimi, in entrambe le manche, sul diretto rivale.

Il classe 2001 norge sarà secondo a 91 centesimi, per il suo primo podio tra le porte larghe e il terzo in carriera, mentre è la seconda in fila a livello di gigante la top-3 di Manuel Feller, 2° a Schladming e 3° oggi, distanziato di 1”08 ma felicissimo della costanza trovata anche nella sua seconda specialità, lui che domani si giocherà tanto in slalom.

Conclude quarto a 1”29 il secondo austriaco, Stefan Brennsteiner (qui sul podio 3 anni fa, questa pista gli piace eccome e quest'anno non aveva mai fatto meglio di 8°), davanti ai delusi di giornata: Kranjec è 5° a 1”47, Kristoffersen 6° (recuperando 4 posizioni nella 2^ manche) a 1”49, Meillard 7° a 1”51 e Zubcic solo 9°, preceduto anche dal terzo elvetico, un ottimo Thomas Tumler ottavo.

La top ten si completa col miglior azzurro: Filippo Della Vite risale dal 16° al 10° finale, distanziato di 2”01 ma con la fiducia che aumenta per la continuità trovata, dopo l'8° di Schladming.

Una seconda manche, quella aperta da un camera-racer d'eccezione come Ted Ligety, che ha visto Giovanni Borsotti regolare, salendo così da 20° a 17°, mentre Luca De Aliprandini ha perso tantissimo nel finale, rotolando così dal 14° di metà gara (quando era il migliore azzurro, seppur già a 1”85 da Odermatt) al 23°, con quasi 3 secondi di distacco.

Quattro punticini per Alex Vinatzer, 27°, mentre domenica sarà tempo di slalom (ore 9.30-12.30 le manches come oggi) e nel frattempo Odermatt penserà già a Kvitfjell, dove si giocherà tantissimo in chiave Coppa del Mondo di discesa. La generale arriverà presto, molto presto, per la terza volta in carriera.

 

CLICCA QUI PER IL RISULTATO COMPLETO DELLA GARA

 

GIGANTE MASCHILE – BANSKO

 

Marco Odermatt in 2'15”75

Alexander Steen Olsen + 0”91

Manuel Feller + 1”08

4° Stefan Brennsteiner + 1”29

5° Zan Kranjec + 1”47

6° Henrik Kristoffersen + 1”49

7° Loic Meillard + 1”51

8° Thomas Tumler + 1”59

9° Filip Zubcic + 1”75

10° Filippo Della Vite + 2”01

17° Giovanni Borsotti + 2”49

23° Luca De Aliprandini + 2”91

27° Alex Vinatzer + 3”68

DNQ Hannes Zingerle

DNF1 Simon Talacci

DNF1 Stefano Pizzato

© RIPRODUZIONE RISERVATA
617
Consensi sui social

Più letti in scialpino

Della Vite di nuovo col n° 14 per il primo gigante di Aspen: la startlist di gara-1, Odermatt ha il 4

Della Vite di nuovo col n° 14 per il primo gigante di Aspen: la startlist di gara-1, Odermatt ha il 4

Stasera (ore 18.00-21.00 le due manches) la prima del trittico in Colorado: al re di coppa basterà un 17° posto per festeggiare la terza sfera di cristallo consecutiva nella specialità, aprirà la gara il connazionale Meillard. Sette gli azzurri, il bergamasco alla fine del primo gruppo anticipando Radamus, reduce dal podio di Palisades Tahoe, poi Borsotti, De Aliprandini, Vinatzer e Zingerle nei 30, infine Talacci e Kastlunger.