Questo sito contribuisce alla audience de

Odermatt in controllo anche a Bansko: fantastico Steen Olsen nella 1^ manche, azzurri in difficoltà

DELLA VITEEE
Info foto

2024 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Odermatt in controllo anche a Bansko: fantastico Steen Olsen nella 1^ manche, azzurri in difficoltà

Il gigante in Bulgaria si apre nel segno del solito, fenomenale svizzero alla caccia di un altro record. A metà gara, il giovane norge tiene il passo con un muro capolavoro e chiudendo a 35 centesimi davanti a Feller, più lontani Zubcic e gli altri. De Aliprandini a 1"85 appena davanti a Della Vite e Borsotti, una chance sprecata su una pista perfetta.

Tre anni fa non riuscì a vincere qui, pur con due gare a disposizione, ma l'attuale Marco Odermatt è un'altra cosa ed ecco che pure la 1^ manche del gigante numero 6 di stagione, quello di Bansko, porta la sua firma.

In vista della seconda, al via dalle ore 12.30, il fenomeno rossocrociato ha un buon vantaggio per provare a scrivere la nona sinfonia consecutiva nella sua specialità preferita, con il podio numero 23 (in CdM) che significherebbe record in solitaria staccando anche Ingemar Stenmark in questa graduatoria. Memore dell'erroraccio di Schladming, la manche n° 1 di “Odi” è stata più in controllo, in particolare sul muro della pista dedicata ad Alberto Tomba, bella ghiacciata e da prendere con le pinze.

Quando il pendio, negli ultimi 25” di prova, scema fino al traguardo, ecco l'elvetico aprire il gas e guadagnare lì i decimi per ora decisivi: Alexander Steen Olsen è meraviglioso nel tratto più ripido, rifilando quasi mezzo secondo a Odermatt che perderà poi in quel finale, chiudendo comunque secondo a 35 centesimi dal re del gigante (il 2001 norge aveva 13 centesimi di vantaggio all'ultimo intermedio).

Terzo a 0”47, lasciando 5 decimi pieni in conclusione, ecco Manuel Feller: il tirolese, partito con l'1, conferma una fiducia straordinaria anche tra le porte larghe (già 2° a Schladming), anticipando uno Zubcic pasticcione sia in avvio che sul muro, quarto a 0”74 davanti a Brennsteiner, 5° a 0”85 con appena 2 centesimi su Kranjec (in parte deludente, con la solita partenza a diesel) che ne ha altrettanti rispetto a Meillard, settimo.

Fuori Joan Verdu, che getta una grande chance uscendo a metà pista quando aveva 3 decimi di margine su Odermatt (certo, attaccando dalla prima porta davvero a tutta...), ottavo crono per River Radamus, a 1”16 con un grave errore tra il primo e il secondo intermedio, poi Schmid a 1”25 e Kristoffersen, subito in difficoltà, a 1”35 e decimo.

Gli italiani? In attesa di Zingerle, Talacci e il debuttante Pizzato, il migliore è Luca De Aliprandini, 14° a 1”85 appena davanti a Filippo Della Vite, molto buono sino a fine muro prima di sbagliare i dossi del tratto finale e chiudere a 1”96 (16°), mentre Giovanni Borsotti parte forte e poi si spegne, a 2”14 ma con il pass per la 2^ manche in tasca con il 20° tempo. Un peccato, perchè anche coi numeri dal 15 al 19 come le tre punte azzurre, oggi si poteva fare qualsiasi cosa su una pista perfetta e pure con una visibilità migliore in alto.

Alex Vinatzer si qualifica per un soffio, 29° a 3”09, out invece Hannes Zingerle, 31° a 3”25, non hanno concluso Simon Talacci e il debuttante assoluto in CdM, il ventenne Stefano Pizzato reduce dal 4° posto al Mondiale junior di specialità.

 

CLASSIFICA 1^ MANCHE GIGANTE MASCHILE BANSKO

 

Marco Odermatt in 1'10”09

Alexander Steen Olsen + 0”35

Manuel Feller + 0”47

Filip Zubcic + 0”74

5° Stefan Brennsteiner + 0”85

6° Zan Kranjec + 0”87

7° Loic Meillard + 0”89

8° River Radamus + 1”16

9° Alexander Schmid + 1”25

10° Henrik Kristoffersen + 1”35

14° Luca De Aliprandini + 1”85

16° Filippo Della Vite + 1”96

20° Giovanni Borsotti + 2”14

29° Alex Vinatzer + 3”09

31° Hannes Zingerle + 3”25

DNF Simon Talacci

DNF Stefano Pizzato

© RIPRODUZIONE RISERVATA
43
Consensi sui social

Più letti in scialpino

Della Vite di nuovo col n° 14 per il primo gigante di Aspen: la startlist di gara-1, Odermatt ha il 4

Della Vite di nuovo col n° 14 per il primo gigante di Aspen: la startlist di gara-1, Odermatt ha il 4

Stasera (ore 18.00-21.00 le due manches) la prima del trittico in Colorado: al re di coppa basterà un 17° posto per festeggiare la terza sfera di cristallo consecutiva nella specialità, aprirà la gara il connazionale Meillard. Sette gli azzurri, il bergamasco alla fine del primo gruppo anticipando Radamus, reduce dal podio di Palisades Tahoe, poi Borsotti, De Aliprandini, Vinatzer e Zingerle nei 30, infine Talacci e Kastlunger.