Questo sito contribuisce alla audience de

Jakobsen mette giù una manche assurda nel tempio di Schladming, ma Razzoli è da sballo!

Foto di Redazione
Info foto

2021 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Jakobsen mette giù una manche assurda nel tempio di Schladming, ma Razzoli è da sballo!

La prima della "night race" vede lo svedese rifilare oltre mezzo secondo a tutti, ma "Razzo" è il primo inseguitore, davanti a Noel e Braathen. Sala di nuovo pimpante e Gross davanti a Vinatzer, Moelgg lotta ancora per una chance olimpica.

La manche della carriera, forse la più bella della stagione in senso assoluto vista nel panorama dello slalom maschile.

Kristoffer Jakobsen si inventa una prima da sogno nel tempio di Schladming, facendo il vuoto su tutti anche se, per la prima vittoria in carriera (dalle ore 20.45 il via alla 2^ manche), la strada è ancora lunga considerato quanto successo in stagione... non solo allo svedese, che ha infilato tre uscite consecutive nelle gare di gennaio.

Il margine è davvero importante, ma a 58 centesimi c'è un solidissimo Giuliano Razzoli, praticamente perfetto da cima a fondo per chiudere col secondo tempo, davanti di 9 centesimi alla coppia formata da Clément Noel e Lucas Braathen (col pettorale rosso), chiaramente pericolosissimi nella lotta per il podio.

Se in quinta piazza c'è Strasser, distante 82 centesimi dal leader, Khoroshilov (nella gara dove ha vinto l'unica volta in carriera, nel 2015) rinasce chiudendo 6° a 85 centesimi e McGrath è gran 7° a 89 centesimi col pettorale 34, si va ben oltre il secondo per trovare Tanguy Nef, 8° a 1”11, Albert Popov 9° a 1”17, Loic Meillard 10° a 1”19 e Henrik Kristoffersen 11° a 1”22 (ex aequo con l'iridato jr Benjamin Ritchie), con la sensazione che i primi pettorali abbiano un po' sofferto in termini di grip. Basti pensare che Manuel Feller, al rientro e col numero 1, senza particolari errori è finito addirittura a ridosso della top 30 (come Zenhaeusern, pett. 3), a 1”95 da Jakobsen.

Tommaso Sala, scendendo con il 23, è 13° a 1”26 e se la gioca ancora per un pass olimpico, che verrà definito proprio da questa gara nel “confronto a distanza” con i velocisti azzurri. Lo stesso proverà a fare Stefano Gross, ma servirà un grandissimo risultato al fassano che parte benissimo ma chiude in calo, seppur buon 16° a 1”42.

E' stata una prima manche difficile per Alex Vinatzer, tutt'altra storia rispetto a Kitz con il gardenese alla fine 21° a 1”62, appena 5 centesimi davanti a Manfred Moelgg (23°), che ce la fa per la 2^ manche così come Simon Maurberger, 26° a 1”93. Niente da fare invece per Hans Vaccari, partito col pettorale 64 e uscito di scena.

 

CLASSIFICA 1^ MANCHE SLALOM MASCHILE SCHLADMING

 

Kristoffer Jakobsen in 51”32

Giuliano Razzoli + 0”58

Lucas Braathen + 0”67

3° Clément Noel + 0”67

Linus Strasser + 0”82

6° Alexander Khoroshilov + 0”85

Atle lie Mcgrath + 0”89

8° Tanguy Nef + 1”11

9° Albert Popov + 1”17

10° Loic Meillard + 1”19

13° Tommaso Sala + 1”26

16° Stefano Gross + 1”42

21° Alex Vinatzer + 1”62

23° Manfred Moelgg + 1”67

26° Simon Maurberger + 1”93

DNF Hans Vaccari

© RIPRODUZIONE RISERVATA
69
Consensi sui social