Questo sito contribuisce alla audience de

Il trittico di Beaver Creek si chiude con il gigante maschile: Pinturault, Odermatt e Kristoffersen i favoriti

Uno-due francese sul Rettenbach: Pinturault precede Faivre di 2 centesimi, Odermatt terzo dopo la 1^ manche
Info foto

2019 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Il trittico di Beaver Creek si chiude con il gigante maschile: Pinturault, Odermatt e Kristoffersen i favoriti

Alle 17.45 via alla 1^ manche del secondo appuntamento stagionale di specialità: il francese, pettorale n° 3, in caccia del bis di Soelden. De Aliprandini primo azzurro con il 15.

Si chiude il trittico della Coppa del Mondo maschile a Beaver Creek, con il secondo gigante stagionale che arriva dopo super-g e discesa sulla Birds of Prey.

L'appuntamento in Colorado, fissato alle ore 17.45 italiane per la 1^ manche, disegnata dal tecnico italiano Walter Girardi (che guida da anni la Svezia), e alle 20.45 per la seconda tracciata da Grasic (entrambe in diretta tv su Raisport ed Eurosport), pone come principali favoriti cinque uomini su tutti. Parliamo di Alexis Pinturault, Marco Odermatt, Henrik Kristoffersen, Mathieu Faivre e Zan Kranjec.

Il savoiardo, già 4° nel super-g di venerdì, ha vinto nettamente l'opening di Soelden e, col pettorale n° 3, andrà in caccia di quel successo che potrebbe garantirgli anche la leadership nella overall, fondamentale prima del week-end di gare tecniche in Val d'Isère; lo svizzero è ancora discontinuo, ma in gigante è pronto ormai per vincere come ha già fatto in super-g, e il pendio della Birds of Prey potrebbe essere ideale. Partirà con il 7, ultimo del primo gruppo e appena dopo Henrik Kristoffersen, che a Levi ha già cancellato il 18° posto sul Rettenbach e si è preparato per una settimana ad Aspen solo per questa gara.

E poi Faivre (pettorale 2), gran secondo e letteralmente rinato a Soelden, che su questa pista può far saltare il banco, e quella costante che risponde al nome di Zan Kranjec, proprio colui che aprirà con il numero 1. Non sembra ancora nella miglior condizione Loic Meillard (n° 4), mentre Tommy Ford (5) andrà in caccia del primo podio della carriera.

Attenzione nel secondo sotto gruppo a Stefan Luitz, qui vincitore (con polemica per l'utilizzo di ossigeno) un anno fa della sua unica gara in Coppa: il tedesco partirà per nono, ma qui può far paura anche Ted Ligety, a tratti velocissimo pure in super-g e di casa sulla Birds of Prey che gli ha regalato cinque trionfi in CdM (l'ultimo nel dicembre 2014) e il titolo mondiale del 2015. Per il cow-boy statunitense pettorale n° 13, poi appena fuori dai 15 ecco il ritorno di Marco Schwarz pure in gigante e focus su Lucas Braathen, il classe 2000 norvegese gran 6° a Soelden (e protagonista pure in Coppa Europa in slalom) e pettorale 28.

Otto gli azzurri in gara: le speranze di vertice sono affidate principalmente a Luca De Aliprandini, non fortunatissimo col sorteggio visto che il trentino scatterà con il 15, poi ecco Moelgg e Tonetti (21 e 23) tra i 30, ma anche la seconda partecipazione consecutiva in gigante di Dominik Paris, alla caccia della qualifica mancata a Soelden e soprattutto di un piccolo riscatto dopo un week-end molto difficile. Per “Domme” pettorale n° 34 dopo gli altri velocisti Kilde, Jansrud e Mayer, poi ci sarà il rientro post infortunio di Ballerin con il 43, Maurberger con il 45, Hannes Zingerle pettorale 48 e il ritorno in Coppa del Mondo di Giulio Bosca, che scatterà dal cancelletto di partenza per 51esimo.


CLICCA QUI PER LA STARTLIST COMPLETA


GIGANTE MASCHILE BEAVER CREEK


Startlist: 1 Kranjec, 2 Faivre, 3 Pinturault, 4 Meillard, 5 Ford, 6 Kristoffersen, 7 Odermatt, 8 Olsson, 9 Luitz, 10 Nestvold-Haugen, 11 Muffat-Jeandet, 12 Murisier, 13 Ligety, 14 Windingstad, 15 De Aliprandini, 21 Moelgg, 23 Tonetti, 34 Paris, 43 Ballerin, 45 Maurberger, 48 Zingerle, 51 Bosca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
48
Consensi sui social