Questo sito contribuisce alla audience de

Crawford spinge già forte: miglior tempo in prova, ma Casse si trova a soli 4 centesimi...

James Crawford spinge già forte: miglior tempo in prova, Casse a soli 4 centesimi e Paris... tranquillo
Info foto

2021 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Crawford spinge già forte: miglior tempo in prova, ma Casse si trova a soli 4 centesimi...

A Lake Louise il primo dei tre test cronometrati verso la discesa di venerdì: il canadese di un soffio sul piemontese, ma è Kilde a firmare parziali da paura. Prova "tranquilla" per Paris a 1"27, davanti a lui c'è un buon Innerhofer.

C'è James Crawford davanti a tutti nella prima prova della discesa di Lake Louise che, tra meno di 72 ore (venerdì dalle ore 20.30 italiane), inaugurerà la stagione degli uomini jet sulla “Men's Olympic”.

Indicazioni chiare ancora non ci sono, naturalmente, anche se qualcosa a livello di parziali e tempi si è visto, a partire dalla prestazione del talento canadese già medaglia olimpica in combinata: miglior tempo per il rappresentante di riferimento della nazionale di casa (priva tra l'altro di Cameron Alexander, vincitore la scorsa stagione a Kvitfjell), ma con soli 4 centesimi di svantaggio troviamo un Mattia Casse ancora una volta pimpante, dopo aver già vinto tra l'altro a livello FIS in quel di Copper Mountain nell'ultimo raduno pre esordio.

A + 0”31 la vera sorpresa di giornata, con un ritrovato Cyprien Sarrazin 3° uscendo dal cancelletto col pettorale 74, mentre a 43 centesimi c'è il primo degli austriaci, un Daniel Hemetsberger che ha preceduto di 0”02 il connazionale Otmar Striedinger, poi in un fazzoletto ecco Johan Clarey, uomo decisamente pericoloso per la gara, con Christof Innerhofer 7° a 51 centesimi e secondo degli azzurri: “Inner” è partito per primo e alla fine risulterà un decimo più veloce di Aleksander aamodt Kilde, ma è proprio il norvegese (9° tempo a 62 centesimi da Crawford ed ex-aequo con Hrobat) ad aver fatto impressione, visto che sino a metà tracciato viaggiava sui tempi del canadese e nel finale ha fatto ancora meglio, lasciando però tanti decimi nel tratto del “Fall Away”.

E Dominik Paris? Una prova tranquilla, come l'eterno rivale Beat Feuz (alle sue spalle di 13 centesimi), per il leader dell'Italjet che ha spinto un po' di più in fondo, chiudendo non lontano dalla top ten con 1”27 di distacco, dietro anche a Rogentin (8° a + 0”52), Ferstl (+ 0”78), Mayer (+ 0”83), Baumann (+ 0”92), Monney (+ 1”14), Cochran-Siegle e Thompson (+ 1”16), ma anche un gran bel Pietro Zazzi, 14esimo tempo (a 1”10 dalla vetta) partendo col pettorale 68.

Tra gli uomini più in vista, buona la prima parte di training per Marco Odermatt, poi rialzatosi sino ad arrivare a 2”05 da Crawford, 8 centesimi meglio di Thomas Dressen (tra i due c'è Alexis Pinturault, che mira ai super-g), che ha messo assieme comunque un buon rientro agonistico dopo il suo lunghissimo calvario. Davanti all'elvetico e al tedesco, l'iridato Vincent Kriechmayr (+ 1”83), mentre è uscito, senza danni, un altro dei potenziali favoriti al primo successo, Niels Hintermann. E a proposito di rossocrociati, è ok il ritorno di Mauro Caviezel, in zona top 20 a 1”45 dal miglior crono.

I tempi degli altri sette azzurri (con selezione interna nelle prossime due prove, visto che un paio dovranno rimanere ai box): Bosca chiude a 1”81, fuori dalla top 30 come Marsaglia a 2”21, poi Franzoso a 2”27 (in piena lotta per un pettorale in gara, il piemontese ha sorpreso positivamente), Schieder a 2”30, Molteni a 2”39, Franzoni a 3”33, infine Buzzi a 4”65.

 

CLASSIFICA 1^ PROVA DISCESA MASCHILE LAKE LOUISE

 

James Crawford in 1'49”08

Mattia Casse + 0”04

3° Cyprien Sarrazin + 0”31

4° Daniel Hemetsberger + 0”43

5° Otmar Striedinger + 0”45

6° Johan Clarey + 0”48

Christof Innerhofer + 0”51

8° Stefan Rogentin + 0”52

Aleksander aamodt Kilde + 0”62

9° Miha Hrobat + 0”62

14° Pietro Zazzi + 1”10

18° Dominik Paris + 1”27

34° Guglielmo Bosca + 1”81

44° Matteo Marsaglia + 2”21

48° Matteo Franzoso + 2”27

49° Florian Schieder + 2”30

52° Nicolò Molteni + 2”39

68° Giovanni Franzoni + 3”33

72° Emanuele Buzzi + 4”65

© RIPRODUZIONE RISERVATA
274
Consensi sui social