Mercoledì 13 Novembre, 2:36
Utenti online: 24
Max Valle
Max Valle
Giornalista

foto di Fisi Pentaphoto

Sofia Goggia: "Ho sciato tranquilla, libera di testa e senza aspettative"

Sofia Goggia: 'Ho sciato tranquilla, libera di testa e senza aspettative'

Tratte da fisi.org le dichiarazioni di Sofia Goggia e delle altre azzurre al termine del superG femminile di Coppa del Mondo di Garmisch-Partenkirchen.

Sofia Goggia: ”Sono stata molto contenta, avevo la gioia nel cuore di poter essere qui, di poter fare le prove e di poter correre indipendentemente da quello che sarebbe stato il risultato. Ma la condizione per provarci e per competere c'era: quindi se fosse arrivato qualcosa bene, se non fosse arrivato sarebbe stato comunque tutto da guadagnare. Ho sciato tranquilla, non ho avuto la minima aspettativa e forse a volte è quello il segreto per essere libera di testa. Ho pensato soltanto a linee perfette e ad appoggi solidi. Ci ho un attimo sperato, poi è arrivata la Schmidhofer con quell'1.73 e ha tenuto il vantaggio. Ma io ero già contenta di essere al cancelletto di partenza. Non ho pensato minimamente al risultato, ma solo a sciare bene e ad avere l'esterno sotto curva dopo curva. Ho fatto davvero così ed è stato bello tornare in Coppa del Mondo, rimettere addosso il pettorale e rifare tutta la routine dello zaino con le mie solite chicche. Sono davvero contenta, questo risultato è chiaramente una ciliegina, perché dopo tre mesi di stop con tre giorni di velocità nelle gambe, fare una prestazione del genere è oro colato. Ma nasce dalla consapevolezza di chi si è e da tutto quel lavoro fatto in questi mesi, anche se è stato un periodo davvero tosto. Alla vittoria non ho mai creduto troppo fino in fondo, se non avessi preso così tanto sopra forse ci sarei riuscita. Ma va benissimo così: sono partita accettando anche l'idea di arrivare ventesima, l'importante era tagliare la linea del traguardo e dire 'Ok, Sofia è di nuovo qua'. Ho sciato libera da qualsiasi aspettative e forse quello è il segreto. Sì, è quello il segreto".

Federica Brignone: "Sono molto soddisfatta del piazzamento: Garmisch mi piace moltissimo, è uno dei miei superG preferiti, poi il tracciato l'ha disegnato il nostro allenatore e si vede, siamo quattro nelle prime dieci (e cinque nelle prime undici, ndr), un grande risultato per la nostra squadra e un gran ritorno per Sofia. Stanotte ho avuto qualche problemino, ma penso di poter recuperare e di stare meglio per la discesa. Spero di riuscire a fare quello che ho fatto oggi, soprattutto nella parte centrale con le curve. Le prove sono state molto buone, al di là dei piazzamenti. Proverò a difendermi nella parte tecnica, so che nella parte alta non sono la più veloce. Era ora di fare un bel risultato anche in superG, ne avevo bisogno, quest'anno non ero mai entrata nelle dieci".

Marta Bassino: "Sono felice, sono riuscita a sciare bene, dopo due giorni di prove così così in discesa ho resettato. Questo era un bel superG, con le curve, e ho pensato solo a spingere: è il mio miglior risultato in superG, sono contenta. Il podio di Plan de Corones mi ha dato tanta tanta fiducia, specialmente in gigante, e quando sei a posto tecnicamente lì, sono convinta che le cose vengano bene anche in velocità. Ora non farò la discesa, mi allenerò a Tarvisio in vista del gigante di Maribor".

Francesca Marsaglia: "Non voglio trovare scuse, ma purtroppo questa notte ho vomitato ed ero un po' debole. Da metà prova in poi sentivo la gamba un po' molle, ma sono contenta perché l'atteggiamento c'era e nella parte alta ho sentito di nuovo le curve molto in pista, è di buon auspicio per le prossime settimane. Vedo cose positive ogni giorni, sono felice di essere tornata a pieno e sono felice anche per il decimo posto di mio fratello nella discesa di Kitz, lo merita tutto".

Nadia Fanchini: "Sinceramente sono contenta di questo piazzamento. Non è l'undicesimo posto la mia ambizione, ma per come sta andando quest'anno è un piccolo mattoncino, da qui cerco di costruire qualcosa".

Nicol Delago: "Basta parlare di errori di inesperienza. Certo, devo ancora imparare tanto. È che a tratti va anche molto bene, ma non riesco a fare una prova intera, questo mi brucia dentro. Questa pista mi piace tanto, cercherò di far bene in discesa".

© RIPRODUZIONE RISERVATA