Questo sito contribuisce alla audience de

Brignone, sono 53 col... brivido: "Ho sbagliato tutto nella 2^ manche, contenta di non aver mollato"

Foto di Redazione
Info foto

2023 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Brignone, sono 53 col... brivido: "Ho sbagliato tutto nella 2^ manche, contenta di non aver mollato"

La valdostana ancora sul podio in gigante, pur sognando qualcosa di più dopo una gran 1^ manche. A Kronplatz è già tempo di pensare al bis di mercoledì, con tutta la voglia di riscatto per Bassino che ora deve recuperare 49 punti a Shiffrin: splendide le parole della cuneese per celebrare il successo n° 83 di Mikaela.

Una striscia di podi che prosegue, ininterrotta dal super-g di Lake Louise (quando Goggia fu quinta e Curtoni sesta), per l'Italdonne che, dalla discesa al gigante sulle tre discipline, centra la top 3 pure nel gigante numero 1 di Kronplatz.

Sulla “Erta” è Federica Brignone, che con questa pista ha un gran feeling da quel trionfo speciale del 2017, a cogliere il risultato atteso anche se la valdostana, terza a 27 centesimi da Shiffrin dopo la 1^ manche, certo puntava dritta al ritorno alla vittoria pure tra le porte larghe, dopo esserci riuscita in super-g a St. Anton.

La 2^ run è stata complicata per la campionessa di La Salle, ma il podio è comunque arrivato, e sono 53 in Coppa del Mondo (4 in stagione): “Ho sbagliato tutto nella 2^ manche – le parole, come sempre dirette, rilasciate da Fede ai microfoni di Rai Sport – Ne ho combinate di tutti i colori, mi sono detta di non mollare e sono contenta di averlo fatto, perchè altrimenti avrei perso pure questo risultato che è chiaramente buono”.

E' stata una giornata amara per Marta Bassino, decima e mai così lontana da anni se pensiamo al distacco (2”60) da Mikaela Shiffrin, ma la 26enne di Borgo San Dalmazzo ha già la possibilità di resettare tutto con la gara bis di mercoledì, in programma con manches fissate sempre alle ore 10.30 e alle 13.30.

Ai microfoni di Eurosport, “Bax” ha regalato parole splendide per celebrare lo storico trionfo numero 83 di Shiffrin, che le ha tolto il pettorale rosso per 49 punti, con ancora 3 gare in calendario per provare a riprenderselo. “Mikaela è un'atleta fantastica, l'ho sempre ammirata e non so come spiegare cosa stia facendo. Lei è semplicemente perfetta”. A fisi.org, Marta ha aggiunto: "Credo di essere entrata troppo stretta in quella porta - spiegando il suo errore nel finale della 2^ manche - e di aver infilato braccia e gamba, così mi sono girata. Lì ho perso almeno sette decimi, ma per fortuna sono rimasta in piedi.

Complessivamente, fino all'errore, comunque ho fatto una buona gara. Nella prima manche avevo forse avuto troppo rispetto per la pista, nella seconda sono andata più all'attacco, ma ho sbagliato. Certo oggi cedo il pettorale rosso, ma domani c'è un'altra gara e proverò a recuperarlo ed è bello che sia così".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
1k
Consensi sui social

Più letti in scialpino

Vlhova rinuncia alla combinata mondiale per focalizzarsi su gigante e slalom: viene a meno una delle favorite

Vlhova rinuncia alla combinata mondiale per focalizzarsi su gigante e slalom: viene a meno una delle favorite

Lunedì la slovacca non sarà in gara, come ha fatto sapere il suo coach Mauro Pini: qualche problemino fisico dietro all'impossibilità di allenarsi sul super-g nelle ultime settimane, Petra aveva conquistato l'argento nelle ultime due edizioni.