Valle Aurina, si inaugura il nuovo rifugio al Sasso Nero

rifugio al Sasso Nero
Alto AdigeRIFUGI

Valle Aurina, si inaugura il nuovo rifugio al Sasso Nero

Sabato 21 luglio verrà inaugurato il nuovo rifugio al Sasso Nero in Valle Aurina. La struttura a torre, sita nei pressi della forcella di Riotorbo, al confine con l’Austria, a 3026 metri d’altezza, è stata costruita in circa otto mesi complessivi ed è sviluppata su sei piani.

Punto di forza è sicuramente la vista mozzafiato sulle cime del Parco Naturale Vedrette di Ries-Aurina, sulle Alpi Aurine, sugli Alti Tauri e sulla Marmolada.

I lavori sono stati diretti dallo studio Stifter – Bachmann che ha rivestito gli interni di abete e dedicato i piani alti a delle stanze con circa 50 posti letto per chi desidera fermarsi la notte. La realizzazione della struttura, la cui superficie lorda è di 716,40 mq, ha avuto un costo di  4.235.000 euro.

Alla cerimonia di inaugurazione saranno presenti il Presidente della Provincia, Arno Kompatscher, ed il Vice Presidente, Christian Tommasini.

Il nuovo rifugio va a sostituire la baita Vittorio Veneto, costruita nel 1894, che si trovava 100 metri più sotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
110
Consensi sui social

Si parla ancora di Alto Adige

Alto Adige

Trentino-Alto Adige, inverno 2023 positivo: turismo in crescita

Redazione Turismo, Giovedì 30 Maggio 2024
Val Gardena

Val Gardena, le novità per la stagione invernale 2023/2024

Michela Caré, Giovedì 23 Novembre 2023

Ultimi in Regioni

Macugnaga, con l'alluvione danni ingenti alle piste da sci tra l'Alpe Burki e Pecetto

Macugnaga, con l'alluvione danni ingenti alle piste da sci tra l'Alpe Burki e Pecetto

Colpita la parte bassa del comprensorio Burki-Belvedere, dove l'esondazione dei torrenti Anza e Roffel ha ricoperto di detriti la pista Fontanone con danni importanti anche all'impianto di innevamento programmato. Non si registrano, invece, danni agli impianti di risalita con regolare esercizio sia al Belvedere che al Monte Moro, dove in questo week-end, grazie alle abbondanti nevicate primaverili, sarà ancora possibile sciare sulla pista servita dallo skilift San Pietro.