Martedì 21 Novembre, 8:58
Utenti online: 1018
Marco Lucci
Marco Lucci
Giornalista Pubblicista

foto di lucaspecial

Tripode dei mondiali studenteschi e funivia accendono il Gran Sasso

Campo Imperatore

Si è tenuta martedì 16 febbraio, alla presenza del sindaco Massimo Cialente e del presidente del Centro Turistico Gran Sasso, Fulvio Giuliani, la cerimonia di inaugurazione del nuovo sistema di illuminazione notturno della funivia del Gran Sasso

L'opera, i cui lavori erano stati affidati a settembre del 2014 per un costo complessivo di 40mila euro, è stata oggetto di forti polemiche da parte delle associazioni ambientaliste, che dal proprio canto lamentavano nell'illuminazione artificiale un reale pericolo capace di forti squilibri comportamentali, con alterazione dei cicli biologici, nei chirotteri, negli uccelli e nelle rarissime farfalle notturne.

Per superare i timori e gli ostacoli legati alle conseguenze che la luce avrebbe potuto creare alla fauna locale, si è dovuto ricorrere a uno studio affidato all'Università dell'Aquila, secondo cui l'impianto si avvarrà di una tipologia di luci fredde accese ad intermittenza per 7 minuti ogni ora, autorizzate dal Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga e dalla Soprintendenza ai beni ambientali e paesaggistici.

L'inaugurazione del nuovo sistema di illuminazione notturno della funivia, ha fatto inoltre da contorno ad un altro grande evento: l'accensione del tripode dei Campionati mondiali scolastici di Sci (WSC SKI), in programma nelle stazioni di Campo Felice, Ovindoli e Centomonti Lucoli dal 22 al 27 febbraio e a cui prenderanno parte oltre 600 atleti, di età compresa tra i 12 e i 18 anni, provenienti da tutto il mondo. La cerimonia è stata animata dalla fiaccolata dei maestri di sci della scuola Assergi-Gran Sasso che hanno circondato il tripode prima dell’accensione, quest'ultima affidata a Bruno Faccia, decano dei maestri di sci aquilani, in collaborazione con il sindaco, Massimo Cialente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA