Questo sito contribuisce alla audience de

La ricerca della scioltezza della parte superiore del corpo

TecnicaSciare Meglio S2 EP1

La ricerca della scioltezza della parte superiore del corpo

Cerchiamo insieme a Jam Session di dare un consiglio per Sciare Meglio a Livia. Il suo obiettivo sarà quello di trovare una maggiore scioltezza nella parte superiore del corpo ed un equilibrio più spontaneo.

Un’attenzione eccessiva a mantenere le braccia in una posizione troppo precisa toglie scioltezza, naturalezza nella ricerca dell’equilibrio.

OBIETTIVI
Scioltezza ed equilibrio più spontaneo

ESERCIZIO 1
Diverse e fantasiose posizioni delle braccia: mani in tasca, braccia conserte, braccia su, larghe, ecc.

ESERCIZIO 2
Bastoni sostenuti al centro, braccia rilassate nel sostenerli, sentire bene spalle e testa appoggiati sul piede a valle a ogni fine curva. Sci esterno rimane sempre carico, interno morbido e rilassato. La mente cerca l’appoggio sul piede che si troverà a valle nella parte finale di curva. Il busto flette verso la discesa in modo che le spalle e la testa possano veramente portarsi sul piede esterno alla curva con naturalezza

IDEE GUIDA E SENSAZIONI
Braccia e spalle rilassate, busto che sa flettere verso valle, spalla esterna sul piede esterno ben presente sul terreno

© RIPRODUZIONE RISERVATA
156
Consensi sui social

Si parla ancora di Tecnica

Corso di sci

Finalmente a sci paralleli - INT.09 - Corso di sci Intermedio

Valerio Malfatto, Giovedì 18 Novembre
Corso di sci

Grattata violenta - INT.07 - Corso di sci intermedio

Valerio Malfatto, Domenica 4 Luglio 2021

Ultimi in Tecnica

Alternanza di equilibrio e ritmo da spazzaneve a conduzione - INT10 - Corso di sci intermedio

Alternanza di equilibrio e ritmo da spazzaneve a conduzione - INT10 - Corso di sci intermedio

L’alternanza di appoggio su un piede e sull’altro, sinistra-destra-sinistra-destra è il denominatore comune a tutti i livelli nell’esecuzione di una serie di curve. Che siano curve piccole, medie o ampie, a spazzaneve come in conduzione, a velocità ridotta come a grande velocità, la sequenza di curve comporta inevitabilmente l’alternanza di equilibrio da piede esterno a piede esterno dandosi il ritmo desiderato e l’intensità di sforzo muscolare proporzionata alle esigenze.