Giovedì 23 Novembre, 21:35
Utenti online: 1739
Corso di tecnica sciistica online di JAM SESSION
Valerio Malfatto
Valerio Malfatto

Ritmare le curve a spazzaneve

Ritmare le curve a spazzaneve

Dopo aver imparato a fare le curve a spazzaneve proviamo a farle una dietro l'altra in sequenza cercando di imporre un ritmo ai nostri movimenti.  Il ritmo sarà la guida dei nostri movimenti e ci consentirà di goderci la discesa e di avere il piacere di migliorare e apprezzare i nostri progressi.

Occorre prestare bene attenzione a questi punti: 1) il piede esterno alla curva (il destro nella foto sotto) che si inclina sentendo lo "spigolo" dello sci e la gamba esterna forte, con i muscoli tirati dal piede alla coscia; 2) la spalla esterna alla curva (la destra nella foto) che va ad appoggiarsi sul piede esterno per sentirsi bene in equilibrio; 3)la gamba interna alla curva (la sinistra nella foto) flessa a livello del ginocchio e completamente rilassata, con lo sci appoggiato leggero e piatto sulla neve (tutta la soletta appoggia sulla neve, senza tagliare di spigolo)

Alternare la contrazione della gamba e l'inclinazione dello spigolo prima sulla destra e poi sulla sinistra, concedendoci un attimo di relax tra le due transizioni.
Ricordiamoci di controllare la velocità in ingresso curva spazzando la neve con le due code sentendo entrambi gli sci che grattano la neve e sentendone il rumore

Un buon esercizio può essere quello di toccare la gamba esterna alla curva con la mano in modo da accertarci che sia attiva e forte. Un altro ancora è quello di mettere la mano esterna alla curva sotto al ginocchio come a volerlo sollevare e assicurarsi che la gamba interna sia flessa e rilassata

© RIPRODUZIONE RISERVATA