Questo sito contribuisce alla audience de

Muro difficile per sciatore medio - INT.14 - Corso di sci intermedio

Tecnicacorso di sci intermedio

Muro difficile per sciatore medio - INT.14 - Corso di sci intermedio

Poniamo l'attenzione sull’importanza di cercare un appoggio convinto sul piede che sta in basso e di essere essere rilassati ad inizio curva.
In questa lezione qualche suggerimento e una nuova metafora: “vado a casa...ma no, faccio ancora una curva!...”

Siamo su un bel muro, piuttosto ripido. Importante darsi un ritmo nel prendere equilibrio sul piede esterno, dandogli forza. Poi relax senza indugio per ottenere spontaneamente e senza fatica la prima parte della nuova curva e poi appoggio in giù sul nuovo esterno.

Quando siamo sul ripido è difficile rilassarsi e sporgerci verso il vuoto per iniziare la nuova curva in scioltezza. Il problema è che la paura di non riuscire a innescare la curva ci fa forzare l’inizio e questo oltre ad irrigidirci ci dà un assetto sbagliato che non ci dà equilibrio.

Dunque... problema relax ad inizio curva...
Soluzione: metafora del “vado a casa...”

...mi lascio calare giù sulla massima pendenza come se volessi smettere di sciare e andare giù dritto, quindi gli sci da diagonale passano alla massima pendenza senza le classiche tensioni muscolari e rotazioni forzate dovute al timore di non riuscire ad innescare la curva.
In questo modo si esegue senza fatica la prima metà di curva e si arriva sulla massima pendenza in totale relax... e ora è semplicissimo: basta dirsi “ma no, dài, faccio ancora una curva” e appoggiandosi allo sci esterno accompagnandolo “in giù” si chiude una fantastica curva senza difficoltà ed in massima sicurezza...

Bene, questa del “vado a casa...” era un’altra metafora Jam Session... efficace, vero? Come altre decine che potrete sperimentare ai nostri corsi, basta cliccare sul banner qui sotto per trovare tutti i programmi!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
144
Consensi sui social