Venerdì 24 Novembre, 6:50
Utenti online: 653
Corso di tecnica sciistica online di JAM SESSION
Valerio Malfatto
Valerio Malfatto

Il corridoio di una sequenza di curve

Il corridoio di una sequenza di curve

Quando eseguiamo una sequenza ritmica di curve è come se fossimo in un corridoio.  Dobbiamo immaginarcelo questo corridoio e a seconda se il corridoio sia più stretto, più ampio o ancora più ampio e a seconda della velocità, la nostra azione dovrà cambiare per potersi adattare agli spazi ed essere continua, progressiva e senza fasi passive.

E' molto importante imparare a definire gli spazi entro i quali eseguiremo le nostre curve, in particolare la larghezza di un corridoio virtuale dove sbattiamo da muro a muro appoggiandoci alle pareti.

La larghezza del corridoio e la velocità di avanzamento ci danno le indicazioni per gestire al meglio i tempi di esecuzione.

Senza avere un'idea chiara della larghezza di questo corridoio, ogni curva finisce per avere storia a se ed è difficile concatenare le curve e dare un ritmo alla nostra sciata.

In uno slalom gigante su un terreno di pendenza costante abbiamo la possibilità di sperimentare un corridoio obbligato, dove ad ogni porta andiamo ad appoggiarci al muro laterale di questo corridoio e poi ci allontaniamo dal muro per puntare verso il muro della sponda opposta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA