Questo sito contribuisce alla audience de

Tina Hermann vince a Park City e allunga in Coppa del Mondo

Tina Hermann vince a Park City e allunga in Coppa del Mondo
Info foto

Getty Images

SkeletonSkeleton - Park City

Tina Hermann vince a Park City e allunga in Coppa del Mondo

Terzo successo stagionale per Tina Hermann che quest'oggi a Park City nel quinto appuntamento della Coppa del Mondo di skeleton ha ancora una volta messo in riga tutte le principali avversarie.

La ventitreenne tedesca ha fatto la differenza nel tratto centrale del budello dello Utah, dimostrando nuovamente di possedere una marcia in più rispetto alla concorrenza nell'affrontare le parti più tecniche dei vari tracciati. La bavarese infatti, è stata l'unica tra le atlete iscritte alla gara capace di fronteggiare la favoritissima concorrenza nord-americana che su questa pista poteva far affidamento sul fattore campo.

Hermann che in questa stagione è stata fin ora perfetta, prova ne sono i due successi a Winterberg e a Koenigssee il secondo posto di Altenberg ed il quarto in rimonta a Lake Placid la scorsa settimana, continua a dominare questa edizione della Coppa del Mondo di skeleton. Grazie a questi straordinari risultati l'atleta Bischofswiesen guida ora la classifica generale con la bellezza di 129 punti di vantaggio nei confronti della prima delle inseguitrici, la connazionale Loelling.

Alla spalle di Hermann staccata di 41 centesimi ha chiuso una brillante Jane Channell che ottiene il suo miglior risultato di sempre in una competizione valida per la Coppa del Mondo, centrando al contempo il secondo podio della carriera. La ventisettenne canadese che ha nella spinta il suo punto di forza ha giocato tutte le sue chance di vittoria proprio in questo fondamentale, uguagliando nella prima heat il record di partenza di Annie O'Shea e ripetendosi su alti livelli pure nella run finale. Nonostante il grande vantaggio accumulato nella prima parte della pista Channell non è riuscita a contenere sul guidato l'arrembante ritorno di Tina Hermann, dovendosi accontentare del posto d'onore

Terzo posto per Janine Flock che in questo mese di gennaio pare abbia cambiato decisamente marcia rispetto alle prime tre deludenti uscite stagionali. La detentrice del trofeo di cristallo in questa occasione è tornata ad esprimersi sui livelli che le competono dimostrando di aver ritrovato fiducia nei propri mezzi. La graduale ma costante crescita dell'austriaca potrebbe trovare una spiegazione nel fatto che Flock in questa stagione abbia focalizzato la preparazione in vista dei Campionati del Mondo che si terranno sulla sua pista di casa ad Igls.

Ai piedi del podio staccata di 34 centesimi dalla top-three si è piazzata una nuovamente positiva Annie O'Shea, che conferma il suo ottimo stato di forma dopo l'incredibile successo di sette giorni fa a Lake Placid. La statunitense ha preceduto di appena 3 centesimi la connazionale Kendall Wesenberg al miglior risultato della carriera.

Sesto posto per Elisabeth Vathje che nonostante quest'oggi abbia ottenuto il suo season best continua a non convincere. La canadese nona al termine della prima discesa ha recuperato tre posizioni superando nell'ordine le tedesche Loelling e Griebel. Quest'ultime due atlete al pari della britannica Laura Deas (decima) sono le tre grandi battute di giornata. Le due teutoniche e la skeletonista gallese perdono infatti importantissimi punti in chiave Coppa del Mondo lasciando andare in fuga la capolista Hermann.

Il prossimo appuntamento con il massimo circuito dello skeleton femminile è in programma tra sette giorni sulla poco utilizzata pista di Whistler.

IBSFSLIDING BSD_PRESSE #HERMANN #PARKCITY #WC
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social