Questo sito contribuisce alla audience de

Utah Olympic Park Track - Park City

SkeletonIBSFsliding #Gaspari Fisiofficial #ParkCity

Utah Olympic Park Track - Park City

LA PISTA

L'idea di costruire un budello nello Utah era venuta al Comitato Olimpico Statunitense nel 1991 quando la località di Salt Lake City venne inserita nel novero delle città candidate ad ospitare le Olimpiadi del 1998. Con l'assegnazione dell'edizione olimpica alla giapponese Nagano, il piano di realizzazione della struttura destinata originariamente a bob e slittino era stato momentaneamente sospeso.

Pochi anni più tardi però, gli americani decisero ugualmente di procedere alla costruzione dell'impianto, ed il 3 giugno del 1994 nel corso di un'imponente cerimonia venne posata la prima pietra. La pista venne completata a fine dicembre del 1996 ed inaugurata ufficialmente il 25 gennaio 1997. Nel corso della sua realizzazione lo Utah Olympic Park Track ha subito alcune modifiche rispetto al progetto iniziale, in quanto nel 1995 quando il Comitato Olimpico Internazionale assegnò l'edizione 2002 dei Giochi Olimpici a Salt Lake City si decise di rinserire nel programma olimpico lo skeleton, pertanto la pista americana avrebbe dovuto ora rispettare gli standard di sicurezza delle tre discipline del budello ovvero bob, skeleton e slittino.

Il tracciato che attualmente ospita la Coppa del Mondo di bob e skeleton ha una lunghezza complessiva di 1335 metri ed è costituito da 15 curve. Nel dicembre del 2006 il commentatore televisivo John Morgan ribatezzò a suo piacimento alcuni dei punti critici del budello che fino a quel momento venivano comunemente chiamati col numero progressivo della successione di curve. Così la curva 4 divenne Sunny, la 5 Snowy, la sequenza di curve 6, 7, 8, 9, 10 fu chiamata Albert's alley, la 11 Wasatch, la 12 Olympic e la 14 Finish.

CARATTERISTICHE


I RECORD

IBSFSLIDING #GASPARI FISIOFFICIAL #PARKCITY
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social