Questo sito contribuisce alla audience de

Lara van Ruijven non ce l'ha fatta: a 27 anni è morta l'iridata dello short track nei 500 mt

Foto di Redazione
Short Tracklutto

Lara van Ruijven non ce l'ha fatta: a 27 anni è morta l'iridata dello short track nei 500 mt

La campionessa olandese ha lottato per quasi due settimane all'ospedale di Perpignan, dopo le gravi complicazioni sorte in seguito ad un disturbo autoimmune.

Un'altra tragedia che colpisce il mondo delle discipline invernali e il panorama dello short track.

A soli 27 anni è morta Lara van Ruijven, campionessa del mondo in carica dei 500 metri: in lotta per la vita da oltre due settimane all'ospedale di Perpignan, la stella olandese è deceduta questa sera a causa di un disturbo autoimmune che è degenerato con gravi complicazioni, dopo il ricovero in Francia e le successive operazioni chirurgiche.

Lara era arrivata a giugno sui Pirenei per un training camp con la nazionale, facendo base a Fort Romeu: poi il crollo e la situazione che è precipitata nel giro di poche ore, sino alla bruttissima notizia arrivata quest'oggi. Il giorno magico della carriera rimarrà quel 9 marzo 2019, quando si impose nella prova sulla distanza breve dei campionati del mondo di Sofia, ma già in precedenza la campionessa orange si era tolta tantissime soddisfazioni, dai cinque ori europei all'unica medaglia olimpica conquistata a PyeongChang, con il bronzo in staffetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
1k
Consensi sui social

Si parla ancora di Short Track

Short Track

Short Track: Arianna Fontana sul podio nei 500 metri anche a Debrecen

Massimo Brignolo, Lunedì 22 Novembre 2021
Short Track

A Nagoya splende ancora Arianna Fontana. Sorpresa Confortola nei 1500 metri

Massimo Brignolo, Lunedì 1 Novembre 2021

Ultimi in Sport invernali

Sala... c'è! Ecco i sette azzurri per i Giochi di Pechino, il brianzolo è dentro e Casse escluso

Sala... c'è! Ecco i sette azzurri per i Giochi di Pechino, il brianzolo è dentro e Casse escluso

Al termine dello slalom di Schladming, la decisione ufficiale sui convocati per le Olimpiadi, con Paris, Innerhofer, Marsaglia, Razzoli, Vinatzer e De Aliprandini a completare il team. Tommy, 7° sulla Planai: Un'altra bella prestazione. Alex, 5°: Gara che mi dà fiducia in ottica cinque cerchi.