Questo sito contribuisce alla audience de

Feuz pronto a battere il record di Klammer, ma c'è il figlio in arrivo: "Dovesse nascere in anticipo, lascerei subito"

Foto di Redazione
Info foto

2022 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Feuz pronto a battere il record di Klammer, ma c'è il figlio in arrivo: "Dovesse nascere in anticipo, lascerei subito"

Il fuoriclasse elvetico è il grande favorito per le due discese sul Lauberhorn di Wengen (oggi la seconda prova), ma il secondo figlio potrebbe nascere proprio tra le quattro gare decisive per la coppa di specialità. "E' già tutto organizzato, la famiglia è molto più importante".

Beat Feuz potrebbe battere un record a Wengen, la sua pista, laddove Franz Klammer ha trionfato quattro volte. Il detentore della Coppa del Mondo di discesa ha esultato tre volte sul Lauberhorn e quest'anno ha una grande occasione, con il doppio appuntamento previsto venerdì e sabato.

C'è un però, e riguarda una grande gioia attesa in casa Feuz: la nascita del secondo figlio, che la compagna Katrin darà alla luce entro fine mese, ma che ovviamente potrebbe arrivare anche nel pieno periodo tra le quattro discese chiave per la lotta alla sfera di cristallo (che vede Dominik Paris al comando dopo Bormio), considerando le due previste a Kitzbuehel il 21 e 22 gennaio (dove Beat ha vinto in entrambe le occasioni nel 2021).

Oggi la seconda e ultima prova sul Lauberhorn (via alle ore 12.30), prima del super-g di giovedì, ma il fuoriclasse rossocrociato ha confermato al Blick che “non spengo più il cellulare di notte e sono pronto a volare in ospedale con un elicottero già organizzato. La famiglia è più importante di un'altra possibile vittoria a Wengen o Kitz”.

Feuz, tra l'altro, ha spiegato di essere attentissimo anche sul tema Covid, visto che una positività nei prossimi giorni escluderebbe chiunque dalle Olimpiadi, dovendo intercorrere venti giorni per l'ingresso in Cina (la discesa maschile è prevista il prossimo 6 febbraio). “Ad esempio, non abbiamo mandato nostra figlia Clea all'asilo nelle ultime settimane per evitare ogni tipo di rischio”, ha confessato il discesista grigionese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
204
Consensi sui social