Questo sito contribuisce alla audience de

Tutte le voci azzurre da Levi. Marta Bassino: "Arrivo bene a queste gare: contenta per Shiffrin"

Ty
Info foto

2020 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo 2020/21

Tutte le voci azzurre da Levi. Marta Bassino: "Arrivo bene a queste gare: contenta per Shiffrin"

La piemontese pronta a tornare in uno slalom di Coppa del Mondo dopo due anni. La veterana Curtoni, unica nelle 15: "Voglio una stagione da protagonista". Ancora problemi alla schiena per Martina Peterlini.

A Levi è tutto pronto per il doppio slalom femminile di sabato e domenica (ore 10.15 e 13.15 gli orari delle due manche per entrambe le giornate di gara, con diretta tv su Raisport ed Eurosport) che farà ripartire la Coppa del Mondo.

Oggi il vento ha costretto a posticipare di un paio d'ore la sciata in pista delle protagoniste attese sulla Levi Black; il tracciato di gara è stato barrato nei giorni scorsi, la neve è dura ma non ghiacciata, le previsioni parlano di tempo favorevole nella giornata di sabato e di qualche probabile fiocco di neve per il secondo appuntamento.

Sette le azzurre al cancelletto di partenza di una doppia che sancirà il ritorno nel massimo circuito di Mikaela Shiffrin, mentre spicca l'assenza delle svedesi costrette alla quarantena dopo il caso di positività che ha colpito Christian Thoma. All'ufficio stampa FISI, le ragazze di Guadagnini hanno analizzato quanto potrà accadere nel week-end, con la loro vigilia vissuta tra la preparazione di inizio settimana a Cervinia e l'arrivo di mercoledì in Finlandia. “Il primo pettorale rosso della carriera indossato dopo Soelden mi ha regalato grande emozione, ma ora sono concentrata su questi due slalom e il parallelo di Lech/Zuers – spiega la leader di CdM, Marta Bassino, che torna in uno slalom a quasi due anni dall'ultima apparizione a Killington – Mi sento bene, sono pronta a ripartire, questo mese di stop dal gigante austriaco è servito per dedicarmi soprattutto a queste due specialità e sento che sto trovando il giusto assetto anche fra i pali stretti.

La preparazone è stata ottima nonostante i programmi cambiati, voglio continuare a tenere questo livello. Lo slalom è una disciplina nella quale fatichiamo da qualche anno, ma ho avuto modo ultimamente di allenarmi con le giovani e hanno tanta voglia di mettersi in gioco, sono sicura che arriveranno buoni risultati in futuro. E sono anche contenta per il ritorno di Mikaela Shiffrin, mancava al nostro ambiente, non vediamo l'ora di averla nuovamente al cancelletto di partenza. Noi siamo fortunate in questo periodo delicato perchè riusciamo comunque a fare il nostro lavoro nonostante le regole da osservare”,

Irene Curtoni è la veterana del gruppo e l'unica azzurra a partire nelle 15: “Sono motivata per una stagione da protagonista, lo scorso inverno ho preso la scelta di abbandonare il gigante per dedicarmi esclusivamente allo slalom in questa fase conclusiva della carriera, perchè sono ancora nel primo gruppo di merito e perchè penso che in questa specialità posso puntare ancora al podio.

La pista di Levi non esalta certamente le mie caratteristiche, ma non sono qui per fare da comparsa. La preparazione è andata bene, finalmente possiamo pensare esclusivamente allo sport in un periodo difficile per tutti”.

Federica Brignone scatterà col pettorale 16, grazie all'assenza delle svedesi, e può raccogliere punti pesanti in ottica CdM generale: “La pista mi sembra molto bella, la neve è dura e i dossi un po' meno accentuati rispetto all'anno scorso. La sciata in pista è stata condizionata dal vento, ma credo che in gara avremo una situazione diversa. Per quanto riguarda il mio attuale stato di forma fra i pali stretti, mi sento bene e il livello medio della nostra squadra non è affatto male, sono curiosa di vedermi all'opera in due manches vere”.

Martina Peterlini ha recuperato solo parzialmente dai guai alla schiena emersi in autunno, ma proprio a Levi ha ottenuto i primi punti in Coppa del Mondo: “Soffro per una protrusione discale che mi ha bloccata circa un mese fa, un vero peccato perchè fino al quel punto ero soddisfatta della preparazione che avevamo fatto durante l'estate. Da quel momento è stato un calvario, le cure delle settimane successive hanno un po' migliorato la situazione ma non risolta completamente, purtroppo arrivata in Finlandia il dolore è tornato a farsi sentire.

Oggi, quindi, ho preferito fare solamente un giro e mezzo di riscaldamento e fermarmi per non rischiare. In questo momento la principale preoccupazione è la schiena, purtroppo l'aspetto sportivo passa in secondo piano, però ce la metterò tutta come sempre, quando mi presenterò al cancelletto di partenza”.

Fiduciosa, invece, un'altra giovane azzurra in grande ascesa come Marta Rossetti: “La pista è bella, i dossi sono meno accentuati dello scorso anno, la neve è un po' aggressiva ma ok. A questo punto della stagione non sono mai al massimo della condizione, però è da qualche allenamento che ho ricominciato a sciare bene, sono fiduciosa di mettere qualche marcia in più in gara. Dovrei anche partire intorno al numero 25, una bella opportunità per raggiungere un buon piazzamento”.

Ecco poi un'altra classe '99 che vuole tanto da questa stagione, la tarvisiana Lara Della Mea. “A Soelden non sono riuscita a qualificarmi per la seconda manche, qui l'obiettivo è entrare nella trenta per ricominciare la scalata. L'anno scorso il blocco dell'attività ci ha costrette a saltare praticamente tutta l'ultima pate della stagione, c'è voglia in tutte noi di fare una bella prestazione”.

L'esordiente Serena Viviani, invece, dimostra di non avere paura: “Debuttare in Coppa del Mondo sarà un'esperienza bellissima e un'enorme opportunità per me. Sono molto serena: cercherò di dare il meglio e soprattutto di godermela, perché sono prove che segnano positivamente. L'infortunio del 2017 al ginocchio non mi ha aiutata in termini temporali con la mia crescita di atleta, però è servito a capire che c'era solo una strada ed era quella di fare la sciatrice.

Ho attraversato periodi bui che mi hanno resa più consapevole di quello che avevo. Niente va mai dato per scontato. L'obiettivo principale di questa stagione sarà torvare continuità di risultati in Coppa Europa, per guadagnarmi un posto fisso nelle prime 30. Per quanto riguarda le due gare di Levi, l'obiettivo è divertirsi e sciare al 100% delle mie potenzialità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
201
Consensi sui social

Slalom Femminile Levi (FIN)

1° Pos.VLHOVA Petra

SVK

2° Pos.SHIFFRIN Mikaela

USA

Le pagelle di Paolo De Chiesa

Levi nelle pagelle di Paolo De Chiesa: Vlhova e Magoni da 10 e lode, Svezia bocciata

Lunedì 23 Novembre 2020

Slalom Femminile Levi (FIN)

1° Pos.VLHOVA Petra

SVK

2° Pos.GISIN Michelle

SUI

Le pagelle di Paolo De Chiesa

Levi nelle pagelle di Paolo De Chiesa: Vlhova e Magoni da 10 e lode, Svezia bocciata

Lunedì 23 Novembre 2020

ABBIGLIAMENTO, SCELTI DAI LETTORI

Prezzi Peak performance giacca scoot bambina

MAXISPORT

PEAK PERFORMANCE - giacca scoot bambina

99.95 €

g54075098 scoot jkt ragazza sport sci junior