Questo sito contribuisce alla audience de

Shiffrin per l'immediato riscatto e la 50esima: avrà il n° 2 nella gara di domenica aperta da Liensberger

Foto di Redazione
Info foto

2022 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Shiffrin per l'immediato riscatto e la 50esima: avrà il n° 2 nella gara di domenica aperta da Liensberger

A Killington è già tempo di pensare allo slalom: la statunitense, oggi lontana in gigante, per la sesta consecutiva sulla "Superstar" e un numero simbolico nella sua specialità preferita. Vlhova scatterà con il 4, Holdener con il 5, saranno quattro le azzurre al cancelletto con Brignone prima al via con il n° 31.

La doppietta di Levi e, a distanza di una settimana, tocca al terzo slalom stagionale sulle nevi di Killington che, poche ore fa, hanno ospitato l'apertura del week-end di Coppa del Mondo femminile nel Vermont con lo spettacolare gigante conquistato da Lara Gut-Behrami davanti a Marta Bassino e Sara Hector.

Tornano protagoniste, nella domenica sulla pista “Superstar”, le specialiste dei rapid gates e tutti i riflettori, a partire dallo scatenato pubblico statunitense, saranno puntati su Mikaela Shiffrin. Non potrebbe essere altrimenti, anche dopo la delusione rimediata oggi in gigante con un 13° posto abbastanza anonimo, per la leader della classifica generale e di specialità che potrebbe ottenere altri due primati.

Quello dei sei successi in una stessa località, come già fatto a Levi, ma consecutivamente visto che a Killington la pluricampionessa del mondo ha sempre vinto (5 su 5 dal 2016 al 2021, con la pausa del 2020 causa covid), ma soprattutto la quota dei 50 successi in slalom del massimo circuito.

Shiffrin partirà col pettorale n° 2, un buon sorteggio per lei al meeting dei capitani andato in scena nel tardo pomeriggio del Vermont, con l'iridata Katharina Liensberger che aprirà la contesa, dopo aver fatto molto bene in gigante col 5° posto odierno, della prima manche programmata alle ore 16.15 italiane (tracciatura norvegese, la seconda è prevista alle 19.00 e avrà il disegno del tecnico di casa Svizzera).

Col numero 3 troviamo Lena Duerr, due volte quarta a Levi e bisognosa di cambiare marcia nella 2^ manche se vorrà giocarsi davvero il primo successo in slalom, con il 4 Petra Vlhova che, dopo i due podi di Levi e il 4° odierno, ora vuole tornare in cima nella specialità dove può sfidare alla pari l'eterna rivale Shiffrin.

E poi con il 5, quanta voglia da parte di Wendy Holdener di andare a prendersi quel primo trionfo ancora mai arrivato in una gara tra i pali stretti in CdM nonostante 30 podi e un nuovo secondo posto arrivato domenica scorsa a Levi. A chiudere il primo sotto gruppo Ana Bucik e Anna Swenn Larsson, mentre nel secondo i nomi più interessanti, considerato lo stato di forma, potrebbero essere quelli di Holtmann (11), Nullmeyer (12), Popovic (14) e Hector (15), oggi terza.

Ljutic (25) e Aronsson Elfman (n° 26) sono le due giovani più attese scorrendo fino alla top 30, pensando a quanto combinato dalla croata e dalla svedese in quel di Levi, mentre avrà il 46 di pettorale Lara Colturi, al suo terzo slalom di Coppa del Mondo e quarta gara in assoluto, con la voglia di stupire ancora, da parte della 16enne di passaporto albanese, dopo lo strepitoso 17° posto odierno.

L'Italia punterà a fare qualche punto, difficile chiedere molto di più anche se rispetto a Levi ci sarà una Federica Brignone con tanta fame, delusa dalla sua prova in gigante, e già capace a Killington di stupire in slalom, almeno per qualche tratto di pista. La valdostana, che ha ammesso di aver potuto finalmente dedicare qualche giorno di allenamento anche ad una specialità dove può fare certamente bene, sarà la prima delle quattro azzurre al cancelletto, col suo numero 31 a precedere Della Mea (37), Gulli (43), unica nelle 30 in Finlandia, e Rossetti con il 44 e la necessità di ritrovare qualche buon risultato e soprattutto una fiducia persa.

 

CLICCA QUI PER LA STARTLIST COMPLETA

 

SLALOM FEMMINILE – KILLINGTON

 

Startlist 1^ manche: 1 Liensberger, 2 Shiffrin, 3 Duerr, 4 Vlhova, 5 Holdener, 6 Bucik, 7 Swenn Larsson, 8 Truppe, 9 St-Germain, 10 Dubovska, 11 Holtmann, 12 Nullmeyer, 13 Gisin, 14 Popovic, 15 Hector, 31 Brignone, 37 Della Mea, 43 Gulli, 44 Rossetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
66
Consensi sui social

Più letti in scialpino

Mayer e il primo incontro post ritiro, non è escluso il clamoroso ritorno: Dovessi sentire il fuoco dentro...

Mayer e il primo incontro post ritiro, non è escluso il clamoroso ritorno: Dovessi sentire il fuoco dentro...

Oggi nella sua Afritz, il tre volte campione olimpico ha parlato alla stampa, aprendo la porta al comeback, magari per i Mondiali di casa nel 2025 e le Olimpiadi di Milano Cortina: Avevo già pensato di lasciare dopo l'oro a Pechino e nel corso dell'estate.