Questo sito contribuisce alla audience de

Si interrompe il dominio di Shiffrin a Killington: clamoroso successo ex-aequo di Holdener e Swenn Larsson

Si interrompe il dominio di Shiffrin a Killington: clamoroso successo ex-aequo di Holdener e Swenn Larsson
Info foto

2022 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Si interrompe il dominio di Shiffrin a Killington: clamoroso successo ex-aequo di Holdener e Swenn Larsson

Nello slalom sulla "Superstar" accade di tutto, con il primo trionfo in specialità per l'elvetica e in assoluto in coppa per la svedese. Marta Rossetti torna in top 20, qualche punto per Brignone.

Un finale incredibile, per il terzo slalom stagionale che regala mille emozioni a Killington, con una doppia “prima” per Wendy Holdener e Anna Swenn Larsson, in trionfo ex-aequo con Mikaela Shiffrin che, dopo aver firmato il miglior tempo nella prima manche, sembrava lanciata verso la sesta perla consecutiva sulla “Superstar” e la 50esima in Coppa del Mondo nella sua specialità, ma finisce clamorosamente quinta.

Vince così l'elvetica, che al 31esimo podio in slalom del massimo circuito finalmente conquista il primo successo nella sua specialità preferita (è il suo quarto in assoluto, non esultava da quasi 5 anni), assieme alla svedese che corona il sogno di una prima assoluta in coppa, dopo 8 podi e con il ricordo di quella beffa incredibile, ormai quasi 3 anni fa quando stava dominando a Kranjska Gora e perse tutto a 2 porte dalla fine, finalmente messo da parte.

Una seconda manche, condizionata pesantemente dallo stato di un manto nevoso che si è presto rovinato, che ha visto la stessa Swenn Larsson sbagliare parecchio ma attaccare a tutta, dalla sua quinta posizione di metà gara a 38 centesimi da Shiffrin, mentre Holdener è stata più calcolatrice, ma è riuscita ad “agganciare” la scandinava, mentre Katharina Truppe, decisamente in ombra a Levi, ha messo giù una run di qualità e ha conquistato anch'essa a sorpresa il podio, distante 22 centesimi dalle due vincitrici e clamorosamente davanti a Petra Vlhova e Mikaela Shiffrin.

Sì, le due regine dello slalom rimangono fuori dalla top 3, con la slovacca quarta (come ieri in gigante), pagando 44 centesimi di ritardo, e la statunitense che chiude con un'altra delusione il week-end di casa (pur mantenendo il pettorale rosso di specialità e anche la leadership della generale), arrivando alla fine quinta a + 0”59.

Clamorosi gli errori in avvio di manche decisiva per Duerr (che finirà ultima) e Liensberger, fuori dai giochi dopo una buonissima prima da terzo tempo, e così in sesta piazza c'è arrivata Maria Therese Tviberg, davanti di un paio di centesimi alla slovena Ana Bucik e di 4 a Franziska Gritsch, che firma la rimontona di giornata, da trentesima a ottava guadagnando, pensate un po', oltre 3 secondi rispetto a Shiffrin (che non ha commesso particolari errori).

Pista quasi perfetta in avvio che non è stata sfruttata alla perfezione dalle azzurre, perchè questa era davvero un'occasione per tornare vicine anche alla top ten, completata da Popovic e Hector. Ad ogni modo, due atlete a punti come non era mai capitato nella passata stagione, con Marta Rossetti (che non si qualificava da 11 gare in serie e non entrava nelle trenta da quasi 2 anni) 18esima, dopo il 26° crono nella prima manche col pettorale 44, la vera impresa della gardesana, e Federica Brignone 24esima e con qualche punticino in tasca prima di andare a Lake Louise.

Da venerdì a domenica prossima, infatti, appuntamento sulle nevi canadesi con il trittico di velocità che segnerà, finalmente, anche l'esordio stagionale di Sofia Goggia.

 

CLICCA QUI PER IL RISULTATO COMPLETO DELLA GARA

 

SLALOM FEMMINILE – KILLINGTON

 

1° Anna Swenn Larsson in 1'42”97

Wendy Holdener in 1'42”97

Katharina Truppe + 0”22

4° Petra Vlhova + 0”44

Mikaela Shiffrin + 0”59

6° Maria Therese Tviberg + 0”69

7° Ana Bucik + 0”71

8° Franziska Gritsch + 0”73

9° Leona Popovic + 0”89

10° Sara Hector + 1”10

18° Marta Rossetti + 1”65

24° Federica Brignone + 2”19

DNQ Lara Della Mea

DNF1 Anita Gulli

© RIPRODUZIONE RISERVATA
62
Consensi sui social

Più letti in scialpino

Mayer e il primo incontro post ritiro, non è escluso il clamoroso ritorno: Dovessi sentire il fuoco dentro...

Mayer e il primo incontro post ritiro, non è escluso il clamoroso ritorno: Dovessi sentire il fuoco dentro...

Oggi nella sua Afritz, il tre volte campione olimpico ha parlato alla stampa, aprendo la porta al comeback, magari per i Mondiali di casa nel 2025 e le Olimpiadi di Milano Cortina: Avevo già pensato di lasciare dopo l'oro a Pechino e nel corso dell'estate.