Questo sito contribuisce alla audience de

A Killington scendono in 9 con Worley in testa (Bassino e Brignone vicine), ma il gigante viene cancellato

A Killington scendono in 9 con Worley in testa (Bassino e Brignone vicine), ma il gigante viene cancellato
Info foto

Pentaphoto

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

A Killington scendono in 9 con Worley in testa (Bassino e Brignone vicine), ma il gigante viene cancellato

Condizioni oltre il limite sulla "Superstar", nulla da fare causa il vento fortissimo: gara cancellata con la transalpina che era al comando davanti a Vlhova, Gut-Behrami e le due azzurre.

Ci hanno provato, ma oggi a Killington era praticamente impossibile portare a casa una gara regolare.

E così, dopo la discesa di nove atlete nella prima manche, il secondo gigante della Coppa del Mondo femminile viene cancellato (ripartendo ovviamente da zero in altra sede, sempre che si riesca a recuperare), Sulla “Superstar” un vento fortissimo, a raffiche e che aveva già consigliato di abbassare la partenza (togliendo il primo muro e riducendo la manche a meno di 50 secondi, come accadde nell'ultima edizione del 2019), nevischio e visibilità decisamente scarsa, e si torna tutte in hotel con qualche rammarico, come sempre in questi casi, per chi si trovava davanti.

Come Tessa Worley, che comandava con 18 centesimi di margine su Petra Vlhova, partita col numero 1 e molto solida come la transalpina, mentre Lara Gut-Behrami aveva piazzato il terzo tempo, distante 29 centesimi dopo aver commesso un errore importante in alto, ma aver recuperato oltre 3 decimi nelle ultime dieci porte.

E poi c'erano le azzurre, con Marta Bassino quarta a 30 centesimi tondi tondi dalla bi campionessa del mondo, e Federica Brignone quinta a + 0”36. Poi il vuoto, da Gisin a 81 centesimi passando per Siebenhofer e sino a Goggia e Shiffrin; la bergamasca ha chiuso a 1”04 (con "giallo" cronometrico, e pare proprio che le fotocellule non funzionassero più causa vento), sbagliando tanto ma attaccando a tutta, l'esatto contrario di quanto fatto dalla statunitense col pettorale rosso. Tanta prudenza da parte della leader di coppa e addirittura 1”38 di distacco, ma in questo caso a Mikaela è andata bene così.

In attesa di capire cosa farne di questo gigante, meteo permettendo domenica ci sarà lo slalom nel Vermont, considerando che sarà un po' più semplice portarlo a casa.

Intanto, discesa maschile confermata a Lake Louise (ore 20.15 italiane), anche se alle 19.00 verrà presa una decisione definitiva sull'abbassamento o meno della partenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
114
Consensi sui social

Slalom Gigante Femminile Replaces: Killington Courchevel (FRA)

1° Pos.HECTOR Sara

SWE

2° Pos.SHIFFRIN Mikaela

USA

3° Pos.BASSINO Marta

ITA

coppa del mondo femminile

Vai Marta, ecco il primo podio! Bassino è terza a Courchevel, trionfa Sara Hector

Mercoledì 22 Dicembre 2021

Ultimi in scialpino

La curva Goggia allo Scarpadon? Fatale per Lisa Hoernblad: ginocchio sinistro distrutto

La curva Goggia allo Scarpadon? Fatale per Lisa Hoernblad: ginocchio sinistro distrutto

E' arrivata in serata, da parte della federsci svedese, la diagnosi che riguarda la velocista caduta malamente (nello stesso punto di Sofia) nel super-g di Cortina. Rottura di crociato anteriore, collaterale e menisco.