Questo sito contribuisce alla audience de

Nico Walther vince d'un soffio la seconda gara di Park City. Bertazzo 12mo

Nico Walther vince d'un soffio la seconda gara di Park City. Bertazzo 12mo
Info foto

Getty Images

BobBob - Park City

Nico Walther vince d'un soffio la seconda gara di Park City. Bertazzo 12mo

E' il tedesco Nico Walther ad aggiudicarsi la seconda prova di Park City valida quale sesto appuntamento della Coppa del Mondo di bob a quattro

Il venticinquenne originario di Dresda assieme ai frenatori Huebenbecker, Poser e Franke ha primeggiato in una competizione tiratissima dove ben 16 equipaggi hanno chiuso in un fazzoletto di un secondo. Il campione nazionale tedesco dopo due prove opache (Lake Placid e gara 1 di Park City) quest'oggi è tornato a recitare un ruolo da protagonista chiudendo al comando la prima discesa. Walther come di consueto non è stato impeccabile in fase di spinta ma ha saputo fare la differenza nel tratto guidato del budello dello Utah beffando di soli 2 centesimi il connazionale Maximilian Arndt.

Nel heat conclusiva il pilota tedesco è stato abile a non farsi prendere dal panico affrontando con la solita grinta una pista che col intensificarsi della nevicata andava mano a mano a rallentarsi. Col quinto tempo parziale Walther riusciva ad eguagliare al centesimo il riferimento cronometrico stampato pochi minuti prima dal rivale Arndt aggiudicandosi per soli 2 centesimi l'appuntamento americano.

Con questo successo il secondo stagionale dopo quello di metà dicembre a Koenigssee, il portacolori del BSC Sachsen Oberbärenburg conquista la sua terza vittoria della carriera nel bob a quattro, regalando alla Germania la quinta affermazione nelle sei gare fin qui disputate.

Alle spalle del vincitore come anticipato si è piazzato un sempre combattivo Maximilian Arndt che quest'oggi però ha dovuto piegarsi al cospetto del più giovane compagno di squadra. Il due volte campione del mondo continua ad impressionare per la sua eccezionale capacità di essere sempre pronto per lottare per la vittoria in ogni pista del calendario, mettendo in luce una maturità agonistica che ha pochi eguali nel circuito mondiale.

Arndt con questo secondo posto porta a quota cinque il numero di podi stagionali che sommati al successo di Lake Placid nella settimana precedente fanno del tedesco il vero mattatore di questa disciplina. Il teutonico ora guida la classifica generale con 113 punti di vantaggio sul connazionale Friedrich quando mancano appena due appuntamenti alla fine della stagione.

Il podio viene completato da un positivo Rico Peter che chiude la due giorni di Park City con due terzi posti. L'elvetico in questa occasione è stato in piena bagarre per il successo finale, tant'è che nella discesa conclusiva Peter stampando il terzo tempo di manche si è portato a soli 8 centesimi da Walther.

L'ormai punta di diamante della squadra svizzera ha preceduto di 6 centesimi il terzo equipaggio tedesco portato in gara da Francesco Friedrich. Il due volte campione del mondo di bob a due quest'oggi ha faticato parecchio nel corso della prima run chiudendo in sesta posizione. Nella heat decisiva Friedrich però si riprendeva e stampando il primo tempo parziale risaliva di due piazzamenti salvando il secondo posto nella classifica generale.

Quinta posizione per il vincitore di gara 1 Alexander Kasjanov che ha vanificato la possibilità di fare doppietta con un'opaca prima discesa. Il russo si è messo alla spalle i lettoni Kibermanis e Zalims che hanno tenuto alti i colori della Lettonia pur in assenza di Oskars Melbardis.

Dodicesimo posto per gli azzurri Simone Bertazzo, Francesco Costa, Simone Fontana e Costantino Ughi. Il sodalizio azzurro al di la del piazzamento, in questa occasione è riuscito a contenere il distacco dai big della disciplina chiudendo a soli 50 centesimi dalla vetta.

Ora la Coppa del Mondo di bob a quattro si prende un piccola pausa. Il prossimo appuntamento è in programma ad inizio febbraio sullo storico catino di Sankt Moritz

IBSFSLIDING #WALTHER #PARKCITY #BOBSLED #WC
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social