Questo sito contribuisce alla audience de

Elana Meyers-Taylor si laurea campionessa del mondo a Winterberg. Sul podio un splendida Martini all'ultima gara della carriera

Elana Meyers-Taylor si laurea campionessa del mondo a Winterberg. Sul podio un splendida Martini all'ultima gara della carriera
Info foto

Getty Images

BobBob - Campionati del Mondo

Elana Meyers-Taylor si laurea campionessa del mondo a Winterberg. Sul podio un splendida Martini all'ultima gara della carriera

Nessun colpo di scena nelle ultime due manche della gara di bob femminile dei Campionati del Mondo di Winterberg. La statunitense Elana Meyers-Taylor ha meritatamente conquistato il suo primo titolo iridato della carriera, segnando in tre delle quattro le run in programma i migliori riferimenti cronometrici.

La trentenne originaria della Georgia in coppia con la frenatrice Cherelle Garrett è stata in testa alla prova mondiale fin dal primo metro della discesa inaugurale, confermando anche in occasione dell'evento più importante dell'anno di essere in questo momento l'atleta di riferimento del bob femminile. Elana come di consueto è stata velocissima in fase di spinta, ma il vero capolavoro l'americana l'ha eseguito nel'impegnativo tratto centrale del budello dell'Hochsauerland, dimostrando per l'ennesima volta in questa stagione di essere ormai riuscita a diventare una pilota completa e non solamente una sprinter come accadeva negli anni precedenti.

Il successo di Meyers-Taylor ha inoltre una portata storica, dato che mai nelle precedenti 11 edizioni iridate una bobbista americana si era aggiudicata il titolo mondiale nel bob femminile.

Alle spalle della vincitrice staccata di 43 centesimi si è piazzata la tedesca Anja Schneiderheinze. La trentaseienne di Erfurt in gara con Annika Drazek ha offerto grande spettacolo al numeroso pubblico accorso ad assistere alle performance delle proprie beniamine, disputando due manche praticamente perfette. Schneiderheinze in particolare nell'ultima discesa è riuscita a strappare a Meyers-Taylor il record della pista, primato che l'americana aveva tre volte ritoccato nel corso delle tre run precedenti, conquistando il suo primo metallo mondiale da pilota, lei che in veste di frenatrice si era già infilata al collo l'oro iridato ai mondiali del 2005.

Completa il podio una straordinaria Cathleen Martini che all'ultima gara della carriera riesce a conquistare una storica medaglia di bronzo. La trentaduenne di Zwickau che ad inizio stagione era stata tagliata dalla rosa di Coppa del Mondo chiude nel miglior modo possibile la sua prestigiosa carriera agonistica che le ha riservato 1 Sfera di Cristallo, un titolo iridato, 4 Campionati Europei e ben 18 successi in rassegne di Coppa del Mondo.

Martini ha preceduto di oltre 6 decimi la connazionale Stefanie Szczurek autentica grande rivelazione di questa manifestazione iridata, che permette alla Germania di piazzare 3 atlete ai primi 4 posti della classifica finale. Quinta posizione per la rimontante Jamie Greubel-Poser che nell'ultima giornata di gare migliora di 2 piazzamenti il risultato delle prime due manche. Per la medaglia di bronzo di Sochi 2014 si tratta comunque di una piccola consolazione dato che al pari della canadese Kaillie Humphries non è mai stata in lizza per le medaglie.

La due volte campionessa olimpica e mondiale ha addirittura chiuso al settimo posto completando nel peggiore dei modi una stagione decisamente da dimenticare. Humphries sembra aver smarrito il feeling con il proprio bob dato che in occasione dell'evento iridato la criticata frenatrice Melissa Lotholz ha comunque consentito alla pilota canadese di stampare dei tempi di spinta in lizza con quelli di Cathleen Martini.

Completano la top ten l'americana Jazmine Fenlator sesta al suo miglior risultato di sempre in un Campionato del Mondo, la belga Elfje Willemsen settima ex-equo con Humphries, la romena Maria Adela Constantin nona e Miriam Wagner campionessa del mondo junior.

FIBT EAMSLIDER24 USBFT #WINTERBERG2015
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social