Questo sito contribuisce alla audience de

Una meteora approda nel mondo biathlon: Stina Nilsson imbraccia la carabina

Una meteora approda nel mondo biathlon: Stina Nilsson imbraccia la carabina
Biathlon

Una meteora approda nel mondo biathlon: Stina Nilsson imbraccia la carabina

La notizia era nell’aria da tempo ma è stata ufficializzata dai media svedesi nel week-end appena passato: Stina Nilsson abbandona lo sci di fondo e passa al biathlon.

Non si tratta certamente del primo caso di una fondista che si cimenta nella disciplina “cugina” e attualmente più popolare, ma senza dubbio del più clamoroso, dal momento che si tratta di una stella dello sci di fondo.

La ventiseienne di Malung può essere considerata una delle due sprinter più forti dell’ultimo quadriennio: è campionessa olimpica in carica nella Sprint e vanta 23 successi in eventi di primo livello.

Una meteora che potrebbe rivoluzionare i valori in campo del biathlon femminile attuale e diventare stella oppure spegnersi e cadere nella mediocrità. Tanto dipenderà dal feeling con la carabina.

In passato lo stesso percorso venne intrapreso dalla connazionale Magdalena Forsberg, che con un palmares decisamente inferiore nel fondo divenne una stella del biathlon, conquistando 42 successi.

Negli ultimi anni il passaggio più significativo è stato invece quello della tedesca Denise Herrmann capace, dopo una stagione di rodaggio, di scalare passo dopo passo le gerarchie fino ad arrivare ai vertici della disciplina.

In attesa di vederla in pista con la carabina sulle spalle, per il momento si tratta di una vittoria per l’IBU e una sconfitta per la FIS, che perde una delle principali protagoniste del panorama dello sci di fondo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
60
Consensi sui social

Mass Start Femminile