Questo sito contribuisce alla audience de

Per Roland Fischnaller "solo" un quarto posto a Carezza: vincono Karl e Hofmeister

Foto di Redazione
Snowboardcoppa del mondo 2020/21

Per Roland Fischnaller "solo" un quarto posto a Carezza: vincono Karl e Hofmeister

Secondo PGS della stagione di Coppa del Mondo: dopo il trionfo di Cortina, gli azzurri devono "accontentarsi", con tanti rimpianti per Felicetti e Bagozza. Tra le donne dominio tedesco senza Ledecka, buon 6° posto per Nadya Ochner.

Solo” un quarto posto, dopo l'avvio clamoroso di Cortina quando la nazionale italiana aveva occupato cinque delle prime sei posizioni, con l'uno-due sui primi gradini del podio grazie a Roland Fischnaller e Aaron March.

Questa volta, “capitan Fisch” e gli azzurri dello snowboard non riescono a salire sul podio, nel secondo PGS della stagione di CdM andato in scena sulle nevi di Carezza. La Pra di Tori è amara per lo squadrone di Pisoni, che perde un velocissimo Mirko Felicetti nella qualificazione del mattino, per poi vedere Daniele Bagozza doversi scontrare nei quarti proprio con Fischnaller, uscendo di scena per la grande rimonta del fuoriclasse altoatesino.

Il detentore della sfera di cristallo, però, cadrà in semifinale per soli 5 centesimi a favore del coetaneo ed eterno rivale Andreas Prommegger, che resiste ad un altro finale capolavoro di Fischnaller, un vero razzo nel tratto conclusivo piano della pista.

E così, arriverà una finale tutta austriaca, con Benjamin Karl a beffare lo stesso Prommegger per un solo centesimo, mentre una scivolata in avvio di small final sarà fatale al capitano azzurro, battuto da Zan Kosir e quindi costretto ai piedi del podio. Un peccato anche perchè capitan Fisch, in caso di 43° podio in Coppa del Mondo (gliene manca sempre uno), avrebbe raggiunto lo storico primato fissato da Marion Posch. La prossima occasione nel 2021, il 9 gennaio sulle nevi svizzere di Scuol per la ripartenza della Coppa del Mondo. Oltre al 4° posto di Fischnaller, l'Italia porta comunque a casa il quinto di Bagozza, il 10° di March e il 20° di Coratti.

A livello femminile, senza Ester Ledecka (già vincitrice a Cortina) impegnata nelle prove di discesa a Val d'Isère, e parliamo ovviamente di sci alpino, ha avuto gioco facile la Germania, con tre atlete nelle prime quattro posizioni.

Ha vinto, come da pronostico, Ramona Hofmeister che ha battuto nettamente in finale la svizzera Ladina Jenny. Ecco poi Selina Joerg (che aveva piegato nei quarti la miglior azzurra, Nadya Ochner) terza davanti alla connazionale Cheyenne Loch, mentre la stessa Ochner, che qui vinse due anni fa, chiude comunque con un ottimo 6° posto. In casa azzurra punti anche per Jasmin Coratti, 18esima, Giulia Gaspari 27^ e Lucia Dalmasso 28^.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
3
Consensi sui social