Questo sito contribuisce alla audience de

E' doppietta statunitense per la prima del monobob: la leggenda Humphries al terzo oro olimpico

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Bobpechino 2022

E' doppietta statunitense per la prima del monobob: la leggenda Humphries al terzo oro olimpico

Primo titolo non tedesco sul budello di Yanqing, l'azzurra Andreutti chiude 15esima. Dalle 13.05 le prime due run del bob a due maschile con Friedrich grande favorito.

Una prima storica in tutti i sensi, visto che l'esordio del monobob femminile ai Giochi Olimpici vede trionfare un'autentica signora delle discipline invernali.

Kaillie Humphries, già d'oro nel bob a due in occasione di Vancouver 2010 e Sochi 2014, oggi è diventata la prima campionessa olimpica di questa disciplina, a 36 anni e prima donna in cima al mondo per due paesi diversi, visto che Kaillie è naturalizzata statunitense da 3 anni, dopo aver vinto le precedenti medaglie d'oro per il Canada.

Pazzesco il suo dominio sul budello di Yanqing (dove tra slittino e skeleton, sinora aveva vinto solo la Germania), con 1”54 di margine sulla connazionale Elana Meyers Taylor, argento altrettanto splendido visto che è arrivato dopo una quarantena di dieci giorni per una positività al Covid, con la canadese Christine De Bruin bronzo. Quindicesimo posto finale per l'unica azzurra in gara, Giada Andreutti.

Dalle ore 13.05 odierne, via alla battaglia per il titolo del bob a due maschile, con le prime due run in programma e Francesco Friedrich favorito d'obbligo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Consensi sui social

Ultimi in Sport invernali

Voci azzurre dall'Atomic Day. Goggia pronta: Dopo la sfida più difficile ora penso a migliorarmi

Voci azzurre dall'Atomic Day. Goggia pronta: Dopo la sfida più difficile ora penso a migliorarmi

La bergamasca stella polare, assieme a Shiffrin e Kilde, dell'incontro con i media nel quartier generale di Altenmarkt. Confermata la preferenza di saltare l'opening di Soelden: Focus su Zermatt/Cervinia. Nadia Delago: Sofia un riferimento, ma in generale mi alleno con una squadra fortissima. Ecco il primo Vinatzer... redster: Penso anche al gigante e a crescere sotto ogni aspetto in slalom, di conseguenza arriveranno i risultati.