Questo sito contribuisce alla audience de

Coronavirus. In Austria niente après ski per la prossima stagione invernale

Ischgl, uno scambio di messaggi per salvare la stagione prima della chiusura definitiva
AustriaATTUALITÁ

Coronavirus. In Austria niente après ski per la prossima stagione invernale

"Divertimento sugli sci sì, ma senza après ski" è lo slogan lanciato dal cancelliere austriaco Sebastian Kurz che ha reso noto alcune regole da seguire per la prossima stagione invernale.

Il cancelliere federale Sebastian Kurz ha annunciato che durante la prossima stagione invernale, per contrastare l’emergenza sanitaria legata al Covid, non ci si potrà divertire negli après ski.

Per quanto riguarda le scuole sci, le lezioni collettive potranno avere massimo 10 allievi e la mascherina andrà indossata anche in funivia. Si raccomanda al solito il distanziamento di almeno un metro e si consiglia di fare nei rifugi pause all’aperto.  Inoltre nelle baite sulle piste scatterà l'obbligo dei posti a sedere.

Saranno disponibili test Covid per il personale del turismo, della ristorazione, per i maestri di sci, gli accompagnatori e le guide turistiche.

La decisione è stata presa in considerazione sia dell’aumento dei contagi che sta attraversando l’Europa sia al precedente episodio di Ischgl, rinomata località del Tirolo, che a marzo divenne un focolaio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
210
Consensi sui social

Si parla ancora di Austria

Austria

Austria, nuova cabinovia Flying Mozart a Wagrain

Michela Caré, Venerdì 14 Maggio 2021
Austria

L'Austria ci ripensa: niente vacanze sulla neve a Natale

Michela Caré, Martedì 1 Dicembre 2020
Austria

L'Austria verso l'apertura dello Ski Touring dal 1° maggio

Michela Caré, Venerdì 17 Aprile 2020
Austria

Coronavirus, una class action di 2500 turisti contro Ischgl

Michela Caré, Giovedì 2 Aprile 2020
Austria

Ischgl, il focolaio che ha contagiato mezza Europa

Michela Caré, Lunedì 23 Marzo 2020

Più letti in Regioni

Niente sci in Vallaccia tra Bormio e Livigno, la sentenza è definitiva

Niente sci in Vallaccia tra Bormio e Livigno, la sentenza è definitiva

Arriva lo stop definitivo all’impianto di risalita “Vallaccia” nel Comune di Livigno che avrebbe avvicinato il versante del Mottolino a Bormio. La soddisfazione di Legambiente: “Dopo sette anni di ripetute sconfitte in tutte le sedi giudiziarie, esigiamo che il Comune adempia alla demolizione delle opere illecitamente realizzate”.