Questo sito contribuisce alla audience de

Dukurs fa pokerissimo a Park City. Grande gara di Gaspari che chiude al nono posto

Dukurs fa pokerissimo a Park City. Grande gara di Gaspari che chiude al nono posto
Info foto

Getty Images

SkeletonSkeleton - Park City

Dukurs fa pokerissimo a Park City. Grande gara di Gaspari che chiude al nono posto

Martins Dukurs continua a riscrivere la storia dello skeleton. Quest'oggi il fuoriclasse lettone a Park City nel quinto round stagionale è andato incontro al suo quinto successo consecutivo stabilendo nell'occasione un nuovo record. 

In ventotto edizioni valide per la Coppa del Mondo di skeleton non era mai successo infatti che uno skeletonista riuscisse nell'impresa di vincere tutti i primi cinque appuntamenti della stagione, il primato precedente che tanto per cambiare apparteneva proprio allo stesso Dukurs era di quattro affermazioni nelle prime quattro competizioni e venne registrato nell'annata 2011-2012.

Record a parte, anche nella giornata odierna Martins Dukurs è stato a dir poco dominante. Il più grande atleta di questa disciplina ha infatti fatto gara di testa sin dai primi metri, siglando nell'occasione sia i migliori riferimenti in fase di spinta che in quelli relativi al tempo finale. Dukurs in particolare nella run conclusiva si è inventato delle linee perfette nell'unico tratto tecnico del budello dello Utah scavando un netto solco nei confronti dei principali avversari.

Il baltico ha chiuso con quasi 4 decimi di vantaggio sul sempre positivo Sungbin Yun unico tra i protagonisti della serie capace di correre per metà gara su tempi prossimi a quelli del fuoriclasse di Riga. Se lo scorso anno il ventunenne sudcoreano aveva sorpreso, in questa stagione l'asiatico sta confermando di avere tutte le carte in regola per poter diventare nel giro di pochi anni il possibile anti-Dukurs, dato che in questo momento, spinta a parte, è già sugli stessi livelli di guida di Tretiakov. Quest'ultimo come già accaduto una settimana fa a Lake Placid ha disertato il secondo appuntamento americano della serie, rimanendo in Europa a testare assieme ai suoi compagni di squadra nuove soluzioni tecniche in vista dei Mondiali di Igls.

Il podio è stato completato dal campione nazionale tedesco Axel Jungk. Il teutonico per la seconda volta nella carriera è riuscito ad inseriersi all'interno della top-three sfruttando a proprio vantaggio le caratteristiche di questo impianto che consentono a chi è dotato di ottima spinta di avvantaggiarsi notevolmente sul resto del gruppo.

Buona prestazione di squadra per gli Stati Uniti che piazzano al quarto posto il veterano Matthew Antoine ed in quinta posizione la grande sorpresa di giornata Nathan Crumpton. Il trentenne originario di Nairobi ma di passaporto statunitense, ha infatti sfruttato il fattore campo per cogliere da debuttante assoluto nel massimo circuito dello skeleton un risultato di tutto rispetto. L'americano sesto al termine della prima run nella seconda discesa è riuscito a scavalcare un deludente Tomass Dukurs che dopo l'eccellente podio di una settimana fa a Lake Placid è tornato ad uscire dalla top-five.

Altra grande prestazione per Mattia Gaspari che chiude questa sua prima trasferta nord-americana della carriera con un nono posto. L'atleta di punta del movimento italiano anche quest'oggi ha dimostrato grande carattere affrontando a muso duro una pista sulla quale non aveva mai corso in precedenza. Gaspari in particolare nella prima discesa ha messo in luce una pulizia delle linee sorprendente che gli ha permesso di correre sul guidato sugli stessi tempi di Axel Junk. Se si va infatti ad analizzare il distacco tra i due dopo la prima tornata ci si accorge che tale gap è direttamente imputabile alla sola fase di spinta, fondamentale che al momento causa un problema alla caviglia è un grosso tallone d'Achille per Gaspari.

Con questo ulteriore splendido risultato, il ventiduenne originario di Cortina d'Ampezzo prosegue la sua serie di piazzamenti consecutivi nella top-ten iniziata a metà dicembre col decimo posto a Koenigssee seguito sette giorni fa dall'ottava posizione di Lake Placid. Il portacolori del Bob Club Cortina nei prossimi giorni farà ritorno in Europa per partecipare ai Campionati del Mondo Junior di Winterberg dove cercherà di migliorare il sesto posto di Altenberg 2015.

Altra prova sottotono per Joseph Cecchini che quest'oggi ha chiuso al ventiquattresimo posto non qualificandosi nuovamente per la heat conclusiva.

Il prossimo appuntamento con la Coppa del Mondo di skeleton è in programma tra sette giorni a Whistler in Canada.

IBSFSLIDING #DUKURS #PARKCITY #GASPARI #WC
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social