Questo sito contribuisce alla audience de

Europei: Arianna Fontana è già veloce. Batterie ok per Confortola, Viscardi e staffetta maschile

Europei: Arianna Fontana è già veloce. Batterie positive per Confortola, Viscardi e staffetta uomini
Info foto

Getty Images

Short Track - Europei a Dordrecht (Olanda)

Europei: Arianna Fontana è già veloce. Batterie ok per Confortola, Viscardi e staffetta maschile

La città olandese di Dordrecht e il ghiaccio dello Sportboulevard hanno ospitato la prima giornata dei Campionati Europei di short track. Un esordio che ha riservato - per la prima volta nel format della manifestazione - il venerdì d’apertura esclusivamente alle gare di qualificazione (batterie e preliminari). 

Per ora i favoriti al successo finale Victor An e Arianna Fontana non hanno perso terreno nella tabella d’avvicinamento. Tra domani – con le prime finali che assegneranno i titoli su 1500 e 500 metri – e domenica vedremo se sapranno infiammare la competizione. E dopo la prima intensa giornata c'è da dire che la Nazionale italiana guidata dal c.t. Kenan Gouadec potrà contare sulla certezza e la condizione di Arianna Fontana. La cinque volte medagliata olimpica in carriera – e altrettante volte campionessa d’Europa – si qualifica per tutte e tre le distanze individuali, dopo le batterie di 1500 e 500 disputate al mattino e 1000 nel pomeriggio. Nessun problema per lei ripartirà dalle semifinali (solo per i 1500) e dai quarti (500 e 1000) e con ambizioni di titoli e vittoria finale più che mai vive.

Il resto dell’azzurro purtroppo non è così vincente, perché non c’è nessun altro en plein di qualificazioni per le gare individuali. Tommaso Dotti e Yuri Confortola sono in semifinale nei 1500, mentre Davide Viscardi è l’unico uomo che potrà giocarsi la qualifica per la finalissima di domani. Nel pomeriggio ci vanno vicini, “raddoppiando”, Confortola e Viscardi. E trovano il pass per i quarti – in programma domenica 25 - dei 1000. Buone notizie anche dalla staffetta 5000m maschile, qualificatasi per le semifinali di domani. Il quartetto azzurro (Confortola, Gurini, Dotti, Rodigari) centra il secondo posto – vince l’Ungheria – al termine dei 45 giri totali in batteria. Domani se la vedrà di nuovo con i magiari e con Francia e Ucraina.

Al femminile, oltre alla favorita Fontana, sono soltanto due le prove con passaggio di turno per Lucia Peretti (nei 1500) ed Elena Viviani (500). Ma dalle due italiane era lecito attendersi qualcosa in più soprattutto nei 1000.

C’è anche spazio per qualche rammarico e un po’ di sfortuna per le prove di Peretti e Dotti, entrambi esclusi dai 500 con i primi piazzamenti e tempi non sufficienti per i quarti di finale.

Dunque a Dordrecht comincia bene, molto bene la stella azzurra Arianna Fontana. Il suo filotto di passaggi di turno – tre su tre – era l’obiettivo minimo primario per poter sperare di puntare al titolo overall. Così la campionissima valtellinese ha dato il via alla danza esordendo nella prima batteria della prima gara dei Campionati, i 1500 metri. Batteria vinta ovviamente in controllo con il tempo non velocissimo di 2’57’’433. Si è lasciata così alle spalle francese Pierron dopo averla superata a due tornate dal termine.

Con Arianna sarà tra le 18 semifinaliste dei 1500 anche Lucia Peretti. La bormina non fallisce la qualifica nella sua distanza preferita. Giunge terza – ultimo piazzamento utile per il passaggio di turno – nella batteria vinta dal talento russo 17enne Sofia Prosvirnova e dalla britannica Charlotte Gilmartin. L’azzurra (crono di 2’44’’821) risale, si porta in testa e subisce il sorpasso delle prime, controllando la gara senza rischiare molto in ottica passaggio di turno.

Non è fortunata invece la terza italiana sul ghiaccio Elena Viviani. Impegnata nella sua distanza meno congegnale, la 22enne di Isolaccia trova nella sua batteria avversarie difficili: Agne Sereikaite, Lara van Ruijven ed Ekaterina Konstantinova. Si qualificano loro, mentre Viviani giunge quarta senza impensierirle troppo per un piazzamento nelle top 3, anche se a soli 113 centesimi di distanza dalla terza.

Domani vedremo due italiane su tre anche nei 500 metri. Tutto facile per Arianna Fontana nella distanza dove aveva trionfato in Coppa del Mondo a novembre. Dapprima s’impone in 45’’171 nei Preliminari batteria. Avanti con lei Viviani (seconda) e Peretti (ripescata come terza). Poi, nelle successive batterie, l’argento olimpico in carica non ha difficoltà a vincere nuovamente – stavolta in 44’’456 – e a volare ai quarti. La imita la collega finanziera Elena Viviani, seconda nella gara vinta dall’altra favorita Elise Christie – 44’’141 il tempo della britannica – dove Bernadett Heidum subisce una penalità ed è così estromessa, compromettendo il cammino in “generale”. Un’eliminazione rovina il possibile en plein nella gara sprint donne. Lucia Peretti non riesce infatti a passare il turno 45’’841 e 65 centesimi di troppo per il ripescaggio. Parteciperà alle batterie per i piazzamenti.

L’ultima gara “ in rosa” del pomeriggio, ovvero i 1000 metri porta emozioni contrastanti alle donne italiane, con solo una promossa e ben due atlete eliminate. Come anticipato, avanza dritta verso i quarti di finale di domenica Arianna Fontana, che si prende il primato della batteria in 1’37’’508. Il suo cambio di marcia arriva al quinto giro, quando abbandona l’ultima posizione e si prende facilmente la testa – ai danni della polacca Maliszewska - senza più lasciarla.

Male Elena Viviani incapace di trovare il guizzo vincente nella sua batteria ed è costretta al terzo posto – avanzavano solo le prime due pattinatrici ai quarti di domenica – dalle teenagers Sofia Prosvirnova (Russia) e Anna Seidel (Germania): di certo atlete battibili dall’azzurra. Nonostante abbia condotto il gruppo per metà gara, la sorte è stata simile anche per la compagna Lucia Peretti, fuori nella batteria che ha promosso Elise Christie e la francese Tifany Hout Marchand. La valtellinese è stata la terza tra le escluse e si giocherà con Viviani solo un piazzamento dalla sedicesima posizione in poi.

In chiave classifica generale, si delinea il duello che tutti si aspettavano tra le più talentuose pattinatrici europee. Ovvero lo scontro tra Fontana e Christie. I prossimi giorni saranno decisivi. Mentre per un possibile posto sul podio, sono da segnalare i sicuri “zeri” in una delle tre gare per due papabili medagliate come Bernadett Heidum e Yara van Kerkhof.

Passando agli uomini, la gara con meno azzurri promossi è stata quella dei 500 metri. Accede ai quarti di finale in programma domani il solo Davide Viscardi. Il 24enne all’esordio nel concorso individuale si piazza al terzo posto nella sua batteria. Lo premia il crono veloce – 41’’198 che gli vale il ripescaggio – alle spalle di Lepape e Whelbourne.

Eliminato nelle batterie Tommaso Dotti, ultimo dei terzi classificati a non rientrare nei crono di recupero. Troppo alto il suo 43’’398. E troppo veloce l’andatura dei primi due – di certo due atleti non “qualsiasi” – Victor An e Daan Breeuwsma, tra i favoriti assoluti per la vittoria nella distanza breve. Finisce prima, ai preliminari, l’avventura di Yuri Confortola. L’atleta di Bormio  viene eliminato dal sorprendente francese Sebastien Lepape e dal più esperto Ruslan Zakharov. 42’’391 il crono di Yuri, non sufficiente ai fini di passaggio del turno. Per continuare a coltivare ambizioni di un buon piazzamento in classifica finale dovrà certamente fare molto bene anche nelle “ranking races” di sabato su questa distanza.

Nella gara d’apertura, i 1500, non era arrivato alcun problema per Tommaso Dotti, il più giovane italiano in gara nelle distanze individuali. Gli è bastato piazzarsi al secondo posto in batteria dietro l’esperto – già bronzo europeo nel 2009 - ungherese Viktor Knoch. L’azzurro corre la sua prova in 2’23’’049 senza prendersi troppi rischi. Bene anche Yuri Confortola (nella foto in una fase di gara mentre è in testa), reduce dalla vittoria sulla distanza nei Campionati Assoluti 2015, che passa il turno come miglior ripescato tra i terzi classificati nelle batterie. Il 28enne della Forestale ha il merito di fare l’andatura per buona parte dei 14 giri e di concludere la prova in 2’17’’884 alle spalle di avversari molto competitivi e più rapidi nella volata finale come l’olandese Freek van der Wart e il britannico Jack Whelbourne. Il tempo molto rapido è dunque sufficiente per ritrovare l’azzurro domani alle semifinali.

Qui, invece, le batterie sono fatali per Davide Viscardi. Il pattinatore milanese si deve accodare al vicecampione europeo “generale” e sulla distanza in carica, Semen Elistratov, e al decisamente meno irresistibile belga Mathias Voste. Li separeranno 11 centesimi mantenuti dopo il sorpasso sull’azzurro negli ultimi metri. Un grosso rammarico perché non era affatto una batteria proibitiva per lui.

Nemmeno i 1000 metri maschili, ultima prova di qualificazione individuale in calendario, portano al “tre su tre” atteso per la squadra italiana. Confortola e Viscardi sono i due azzurri capaci di accedere ai quarti di finale di domenica. Mentre Tommaso Dotti (1’30’’187 il suo tempo) non va oltre il terzo posto in batteria, beffato dall’olandese Sjinkie Knegt e dal francese Vincent Jeanne. I suoi compagni sono promossi entrambi con il secondo tempo di batteria. Confortola è preceduto solo dall’israeliano Vladislav Bykanov, mentre Viscardi trova il piazzamento utile dietro l’esperto transalpino Thibaut Fauconnet.

I risultati maschili del venerdì lasciano in gioco tutti i grandi favoriti per primeggiare nella classifica overall. Ovviamente e a maggior ragione, dopo aver dimostrato di essere in condizione quantomeno buona, il russo campione in carica Victor An non perde il suo status di uomo da battere. Dietro di lui rimangono pronti gli olandesi – Sjinkie Knegt su tutti – e i compagni di An nel team Russia. Gli italiani andati avanti su due distanze come Confortola e Viscardi, hanno delle chance per trovare un buon piazzamento generale. E ovviamente sulle distanze individuali.

 

Di seguito il programma, gli orari, e gli italiani in gara domani (sabato 24):

Mattino – Gare per i piazzamenti dalle ore 11:00

Batterie 1500m donne (Viviani)
Batterie 1500m uomini (Viscardi)
Preliminari e Batterie 500m donne (Peretti)
Preliminari e Batterie 500m uomini (Confortola e Dotti)

Pomeriggio

Ore 14:02 Semifinali 1500m donne (Fontana e Peretti) Finali dalle 14:47
Ore 14:17 Semifinali 1500m uomini (Dotti e Confortola) Finali dalle 15:02
Ore 15:31 Quarti di Finale 500m donne (Fontana e Viviani) a seguire Semifinali e Finali (16:36)
Ore 15:42 Quarti di Finale 500m uomini (Viscardi) a seguire Semifinali e Finali (16:46)
Ore 17:12 Semifinali Staffette 3000m donne (Italia)
Ore 17:27 Semifinali Staffette 5000m uomini (Italia)

Da domani, sabato 24 gennaio, sarà possibile seguire i Campionati Europei in diretta streaming sull’ISU Skating Channel: clicca qui per collegarti, dalle ore 13:55. Per consultare il programma completo della manifestazione e i risultati, clicca qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social

Campionati Europei di short track - Dordrecht, Olanda

Short Track - Europei a Dordrecht (Olanda)

Europei: doppia delusione Fontana, il titolo è lontano. Sorrisi azzurri dalle staffette da finale

Sabato 24 Gennaio 2015
Short Track - Europei a Dordrecht (Olanda)

Europei: Arianna Fontana è già veloce. Batterie ok per Confortola, Viscardi e staffetta maschile

Venerdì 23 Gennaio 2015