Questo sito contribuisce alla audience de

Paris e Casse ok nella prima prova di Wengen: segnali positivi anche da Innerhofer

Paris ammette: 'Ci ho provato, è andata male'. Per Tonetti un altro 4° posto: 'Soddisfatto e... la formula funziona'
Info foto

2019 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Paris e Casse ok nella prima prova di Wengen: segnali positivi anche da Innerhofer

Sorride agli azzurri il test cronometrato sul Lauberhorn, verso la discesa di sabato: Domme e Mattia terzo e quarto alle spalle del rientrante Mauro Caviezel e di Cochran-Siegle. E anche Marsaglia è lì. Mercoledì niente prova.

Dominik Paris c'è, ed è questa la notizia più interessante della prima prova verso la discesa che andrà in scena sabato a Wengen.

Il jet azzurro e pettorale rosso di specialità dopo la doppietta di Bormio, non ha mai amato troppo il tracciato del Lauberhorn, ma nel test odierno i tempi sono stati subito buoni; visto che le prove inizialmente previste erano tre (prima della combinata di venerdì), per poi decidere di cancellare quella di mercoledì a causa del peggioramento delle condizioni meteo per domani, molti big non hanno spinto, ma il terzo posto a soli 14 centesimi dal rientrante Mauro Caviezel, che ha preceduto di 1 decimo Ryan Cochran-Siegle, può far sorridere pur avendo perso i soliti 3-4 decimi nel tratto della “Kernen S”.

E in quarta piazza, miglior tempo però sino all'ultimo intermedio con 16 centesimi sullo svizzero, c'è il “solito” Mattia Casse (a 19 centesimi da Caviezel) che in prova è sempre brillantissimo ed è atteso ad una grande gara dopo aver ottenuto qualcosa in meno rispetto alle attese nelle ultime uscite.

Johannes Kroell è quinto a 52 centesimi, poi un ottimo Matteo Marsaglia (pettorale 43) a 88 centesimi, seguito da Bryce Bennett a 96 e dalla coppia Dressen-Janka con 1”06 di distacco, mentre Kilde ha concluso a 1”21, Mayer a 1”22, Feuz a 1”42 e Kriechmayr a quasi 4 secondi, con Urs Kryenbuehl (clamoroso 2° a Bormio nella discesa bis) caduto appena prima della discesa di Paris, con successiva pausa di una quindicina di minuti. In casa Italia è buono il rientro di Christof Innerhofer, che conclude a 1”59 e potrebbe aver sentito quelle sensazioni che dovrebbero vederlo rientrare in gara in un week-end per lui speciale. Benissimo Guglielmo Bosca (già ad altissimo livello nel super-g della combinata di Bormio), vicino a Caviezel sino all'uscita della “Kernen S” e alla fine nei 30 con 1”86 di divario dal vertice, più lontani Peter Fill, a 2”44, e un Emanuele Buzzi tornato con cautela (2”83 il ritardo del sappadino) sulla pista dove si infortunò gravemente un anno fa.

Impegnati anche Davide Cazzaniga, vincitore qui in Coppa Europa tre giorni fa, con il lombardo arrivato a 3”46, Florian Schieder che ha pagato 3”65, Alexander Prast a 5”39 e Riccardo Tonetti che non ha spinto (oltre 7” il suo distacco), provando la pista solo in ottica combinata come hanno fatto i vari Pinturault, Meillard e Muffat-Jeandet.


CLASSIFICA 1^ PROVA DISCESA MASCHILE Wengen


Mauro Caviezel in 2'27”78

2° Ryan Cochran-Siegle + 0”10

Dominik Paris + 0”14

Mattia Casse + 0”19

5° Johannes Kroell + 0”52

6° Matteo Marsaglia + 0”88

7° Bryce Bennett + 0”96

Thomas Dressen + 1”06

8° Carlo Janka + 1”06

10° Kjetil Jansrud + 1”12

11° Johan Clarey + 1”16

12° Aleksander Aamodt Kilde + 1”21

13° Matthias Mayer + 1”22

14° Andreas Sander + 1”24

15° Jared Goldberg + 1”25

23° Christof Innerhofer + 1”59

28° Guglielmo Bosca + 1”86

34° Peter Fill + 2”44

37° Emanuele Buzzi + 2”83

45° Davide Cazzaniga + 3”46

49° Florian Schieder + 3”65

64° Alexander Prast + 5”39

73° Riccardo Tonetti + 7”37

© RIPRODUZIONE RISERVATA
258
Consensi sui social