Questo sito contribuisce alla audience de

I sogni di Dominik Paris ripartono da Cervinia: "L'obiettivo? Sin dall'esordio vorrei essere non troppo lontano"

Foto di Redazione
Info foto

2019 Getty Images

Sci Alpinoil ritorno del campione

I sogni di Dominik Paris ripartono da Cervinia: "L'obiettivo? Sin dall'esordio vorrei essere non troppo lontano"

A quasi undici mesi dall'ultima gara, "Domme" ormai è pronto per il ritorno. "Vedremo dove cominceremo, ma stiamo lavorando bene", ha raccontato ai microfoni di Davide Labate.

Quel giorno fu capace di sfatare un tabù, ovvero salire sul podio della discesa di Wengen che l'aveva sempre visto soffrire. Era il 18 gennaio 2020 e solo il padrone di casa e del Lauberhorn, Beat Feuz, riuscì a piegare uno strepitoso Dominik Paris che si avviava verso la “sua” Kitzbuehel per giocarsi tutto quello che c'era in palio prima del... disastro.

Passerà quasi un anno dall'ultima gara disputata all'esordio nella stagione 2020/21 di Dominik Paris, vuoi anche per la situazione Covid che ha cancellato gli appuntamenti di Lake Louise e Beaver Creek. Il jet azzurro dovrà attendere sino al week-end del 12-13 dicembre, anche se la prevista tappa di Val d'Isère, con il ritorno sulla “Oreiller-Killy”, è a fortissimo rischio per la mancanza di neve (con alte temperature anche nei prossimi giorni) nella località savoiarda. Ecco che allora si potrebbe cominciare già da quella Saslong che rappresenta un altro piccolo tabù nella carriera di “Domme”, che non ha mai vinto in Val Gardena (con doppio podio in discesa e super-g nel 2014). Già previste il 18-19 dicembre, le gare altoatesine potrebbero raddoppiare, ma ne sapremo di più nelle prossime ore.

Intanto, Paris e compagni (purtroppo senza Mattia Casse, che si è fratturato l'astragalo del piede sinistro la scorsa settimana) hanno concluso un altro mega raduno sulle nevi di Breuil-Cervinia, dove si sono alternati con i velocisti norvegesi, francesi e, in questi giorni, anche con la Svizzera di Beat Feuz. Neve aggressiva e il pendio del “Ventina” non rappresentano esattamente il top per l'asso azzurro in termini di test cronometrati, ma il 31enne della Val d'Ultimo aveva bisogno di mettere tanti km nelle gambe e le sensazioni, con il ginocchio destro infortunato a Kirchberg che ha risposto sempre molto bene, sono state ottime. “Devo pensare ad allenarmi bene e sta andando tutto nel verso giusto – ha spiegato Domme ai microfoni di Rai Sport, nell'intervista concessa a Davide Labate – Se penso a Kitzbuehel e al cuore della stagione? No, è davvero troppo presto e io ora devo farmi trovare pronto per le prime gare, con l'obiettivo di non essere troppo lontano da coloro che saranno lì davanti. Che sia in Val d'Isère o in altre località”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
231
Consensi sui social

Discesa Maschile Replaces: 12.12.2020 Val d'Isere (FRA)

1° Pos.CATER Martin

SLO

3° Pos.KRYENBUEHL Urs

SUI

Super-G Maschile Replaces: 13.12.2020 Val d'Isere (FRA)

ABBIGLIAMENTO, SCELTI DAI LETTORI

Prezzi Vuarnet ski down jacket dufour

DADASPORT

VUARNET - ski down jacket dufour

435.00 €

ultra comfort e alta tecnica la giacca da sci dufour offre la massima protezione termica grazie al suo isolamento composto da piuma e piumino. inoltre è...