Questo sito contribuisce alla audience de

Sofia forza... 5! Lake Louise è ancora casa Goggia: bis da sballo e pettorale sempre più rosso

Foto di Redazione
Info foto

Pentaphoto

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Sofia forza... 5! Lake Louise è ancora casa Goggia: bis da sballo e pettorale sempre più rosso

Anche la seconda discesa canadese è della stella azzurra, che sale a quota 19 successi in CdM (-1 da Brignone) battendo Ortlieb e Suter. Nicol Delago sfiora il ritorno in top five, bene anche Curtoni e Bassino, di nuovo lontana Gut-Behrami.

Un bis sensazionale, risolvendo tutto nel lungo piano finale di una “Men's Olympic” che ormai è casa sua.

Sofia Goggia firma il successo consecutivo numero 5 a Lake Louise (solo l'amica ed ex collega Lindsey Vonn ha fatto meglio con una serie di 7 in 3 differenti stagioni), conquistando anche gara-2 e avvicinandosi alla possibilità di un altro trittico vittorioso, visto che domenica sarà tempo di super-g.

Meno sofferta in termini cronometrici rispetto a ieri, ma è servita tutta la qualità oltre i 130 km/h, alla fine del muro del Fall-Away, per portarla a casa visto che Sofia pagava 16 centesimi di ritardo da Corinne Suter all'inizio del tratto conclusivo di pura scorrevolezza, e guadagnando oltre mezzo secondo ha concluso con 37 di vantaggio sulla campionessa olimpica, poi battuta da Nina Ortlieb che torna sul podio, dopo il tremendo infortunio di Crans-Montana 2021, bruciando di 3 centesimi l'elvetica per un secondo posto meritatissimo.

E' perla numero 19 in Coppa del Mondo (14 in discesa), a meno 1 dall'azzurra plurivittoriosa di sempre, Federica Brignone, e 200 punti tondi tondi in classifica generale, ovvero -65 da Mikaela Shiffrin che potrebbe scavalcare già domani, visto che la statunitense non è presente in Alberta.

Ai piedi del podio di giornata, su una discesa accorciata causa vento (una ventina di secondi in meno) e privata di un'attesissima protagonista come Conny Huetter (3^ in gara-1), che ha dato forfait causa giramenti di testa che riportano all'incidente dello scorso febbraio a Crans-Montana, c'è un'altra elvetica, Joana Haehlen gran quarta a + 0”59 dopo aver già fatto vedere ottime cose 24 ore fa.

Sotto il secondo di distacco da Goggia rimangono anche Ilka Stuhec e Mirjam Puchner, quinte ex-aequo (+ 0”96) per una doppia top five nelle discese canadesi da parte della slovena e dell'austriaca, che precedono a loro volta una Nicol Delago ottima settima, a 1”05, salendo ancora di livello rispetto alla prima discesa.

Michelle Gisin è in crescita, 8^ a 1”16 nonostante abbia ceduto tantissimo nel piano, poi troviamo Ragnhild Mowinckel 9^ a 1”17 davanti a Miradoli, Weidle (errore nel finale, ma non ha reso come ieri), Elena Curtoni 12^ e Lara Gut-Behrami che soffre ancora nei tratti puri di scorrimento ed è appena 13^ (in super-g sarà la rivale più pericolosa di Goggia, pochi dubbi), ex-aequo con la giovane connazionale Delia Durrer (classe 2002) che migliora ancora il suo top in CdM.

La quarta azzurra in classifica è Marta Bassino, 22esima e davanti di 3 centesimi rispetto a Nadia Delago, oggettivamente protagonista di due gare sotto standard. Pochi punticini per Federica Brignone, 28^ a 2”43 da Goggia, appena fuori dalle trenta Laura Pirovano (31^), con Karoline Pichler infine 40^.

 

CLICCA QUI PER IL RISULTATO COMPLETO DELLA GARA

 

DISCESA FEMMINILE – LAKE LOUISE

 

Sofia Goggia in 1'28”96

Nina Ortlieb + 0”34

Corinne Suter + 0”37

4° Joana Haehlen + 0”59

5° Ilka Stuhec + 0”96

5° Mirjam Puchner + 0”96

Nicol Delago + 1”05

8° Michelle Gisin + 1”16

9° Ragnhild Mowinckel + 1”17

10° Romane Miradoli + 1”26

12° Elena Curtoni + 1”46

22° Marta Bassino + 2”12

23° Nadia Delago + 2”15

28° Federica Brignone + 2”43

31° Laura Pirovano + 2”54

40° Karoline Pichler + 4”03

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2k
Consensi sui social

Ultimi in scialpino

Chamonix pronta per ospitare, due anni dopo, la CdM: alle 9.30 scatta lo slalom maschile sulla Verte

Chamonix pronta per ospitare, due anni dopo, la CdM: alle 9.30 scatta lo slalom maschile sulla Verte

Prima manche dell'ottavo appuntamento stagionale di specialità, senza il pettorale rosso Lucas Braathen e con Daniel Yule (pettorale 1) che aprirà la gara pre mondiale. Noel (3) e Kristoffersen (7) si giocano tanto, così come Sala (15) e Vinatzer (19) per una nazionale azzurra ancora alla ricerca del primo podio.