Questo sito contribuisce alla audience de

Il post Levi, dalle deluse Holdener e Swenn Larsson ad una Popovic da sogno. Pini, il messaggio per Vlhova

Foto di Redazione
Info foto

2023 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo femminile

Il post Levi, dalle deluse Holdener e Swenn Larsson ad una Popovic da sogno. Pini, il messaggio per Vlhova

I primi due slalom di Coppa del Mondo hanno dato indicazioni importanti, con la croata di nuovo ad un passo dal primo trionfo, seconda in gara-2 dietro a Shiffrin.

Lo stesso Armand Marchant ha commentato, a mezzo social, di “aver visto la miglior Petra di sempre”.

La protagonista assoluta, in termini di performance, della doppia di Levi che ha inaugurato la stagione dello slalom femminile è stata certamente Petra Vlhova, anche se in termini di punti ha raccolto di più Mikaela Shiffrin, così come la stessa Lena Duerr che è l'unica ad aver colto due podi nelle gare finlandesi dello scorso week-end, e Leona Popovic che è stata fenomenale nella 2^ manche del bis, quella che è costata la seconda vittoria alla campionessa olimpica in carica di specialità.

L'inforcata sul muro, quando ormai tutto sembrava apparecchiato per la doppietta, è stata uno shock per tutti visto come stava dominando la slovacca, anche se è proprio questa la classica situazione che ci fa sempre dire come lo slalom sia differente da tutte le altre specialità perchè l'errore sotto questa forma è sempre dietro l'angolo. Mauro Pini, alla terza stagione da guida tecnica di Vlhova, ha lasciato un messaggio significativo sui social per passare sopra a quanto successo e proiettarsi già verso le due gare tecniche di Killington (25-26 novembre). “Se accetti di performare a quel livello, devi accettare anche l'imprevisto – le parole dell'allenatore svizzero - Orgoglioso di te Petra: su la testa, questo è lo sport”.

Chi ha fatto paura nella manche decisiva dello slalom numero 2, quello di domenica, è stata come detto Leona Popovic: al di là del miglior tempo (davanti a Martina Peterlini), la neo 26enne croata (ha festeggiato gli anni ieri) è stata solidissima non solo sul piano, ma anche sul ripido della Levi Black, per rimontare tre posizioni e arrivare davvero vicina anche a Mikaela Shiffrin. Sono mancati 18 centesimi per il primo trionfo in CdM: è il secondo podio in carriera, tutti ottenuti nelle ultime tre gare, visto che Popovic fu seconda alle finali di Soldeu, dietro a Vlhova, e decima in gara-1 a Levi.

Leona ha fatto meglio della giovanissima connazionale Zrinka Ljutic: forse ci si attendeva qualcosa in più dalla fenomenale classe 2005, ma in ogni caso la doppia top ten è tutt'altro che male ed è fondamentale per lei trovare continuità e magari avvicinare la top 7 nella WCSL, dove troviamo solidissima proprio la compagna Popovic.

Chi si trova nel primo sotto gruppo di partenza e dalle quali ci si attendeva ben di più a Levi sono due nomi in particolare (anche se la stessa Paula Moltzan non ha certo vissuto un bel week-end): Wendy Holdener e Anna Swenn Larsson.

L'elvetica ha terminato dodicesima e poi ottava, ma davvero troppo lontana dalle grandi rivali, la svedese addirittura 19esima e non qualificata in gara-2, nella quale partiva col pettorale n° 1 e sul tracciato disegnato dal tecnico della sua nazionale. “Avevo aspettative molto più alte – ha confessato l'ex vice campionessa del mondo 2019 - Ho avuto una buona pre season, ma ho iniziato a dubitare sulla mia condizione la scorsa settimana.

Mi sentivo nervosa, rigida e insicura. Tutto quello che non volevo provare prima della gara: ora inizia una nuova settimana di allenamento, sono pronta a combattere e tornare alle mie basi, per fortuna ho tante belle persone intorno che mi supportano in queste montagne russe di un viaggio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
117
Consensi sui social

Slalom Femminile Levi (FIN)

1° Pos.SHIFFRIN Mikaela

USA

2° Pos.POPOVIC Leona

CRO

3° Pos.DUERR Lena

GER

Slalom Femminile Levi (FIN)

1° Pos.VLHOVA Petra

SVK

2° Pos.DUERR Lena

GER

Più letti in scialpino