Mercoledì 13 Novembre, 3:15
Utenti online: 28
Alessandro Bergomi
Alessandro Bergomi
Redazione Sport

Maxim Tsvetkov sorprende tutti nella Mass di Tyumen, 7° Lukas Hofer

Maxim Tsvetkov sorprende tutti nella Mass di Tyumen, 7° Lukas Hofer

L'atto conclusivo della Coppa del Mondo maschile 2017-18 ha regalato grandi sorprese, su tutte quella della prima vittoria in carriera di Tsvetkov, che ha fatto gioire il numerosissimo pubblico di Tyumen.

Nel primo giro Martin Fourcade e Johannes Bø si sono dati battaglia e con un ritmo notevole hanno messo in fila al gruppo, ma hanno sbagliato nella serie di apertura. Il francese ha commesso due errori e si è chiamato fuori dalla lotta per il podio, il norge invece ha limitato i danni e, dopo aver percorso il giro di penalità, si è gettato all'inseguimento dei primi.

Davanti la gara è stata molto equilibrata, nella parte di fondo ha prevalso il tatticismo, mentre al poligono, uno dei più facili del circuito di Coppa del Mondo, non c'è stata selezione. Tredici atleti sono quindi arrivati all'atto decisivo con tutte le carte in regola per salire sul podio. Qui in diversi hanno sbagliato e sono emersi Erlend Bjøntegaard e Maxim Tsvetkov, entrambi precisi e veloci nel coprire i cinque bersagli. I due sono andati in fuga e hanno approcciato l'ultima tornata con 10" di vantaggio su Johannes Bø

Sull'ultima asperità il russo ha lanciato l'attacco decisivo, prendendo 3" di margine sul rivale, che gli hanno permesso di andare a conquistare la prima vittoria e il terzo podio in carriera in Coppa del Mondo. Per la Russia è arrivata dunque la seconda vittoria di una stagione alquanto tribolata. Piazza d'onore e miglior risultato in carriera per Bjøntegaard (0+0+0+0), che in precedenza vantava come miglior piazzamento un terzo posto ottenuto quest'anno nella partenza in linea di Anterselva. Grande prova nel complesso della Norvegia che è salita sul podio anche con Johannes Bø (1+0+1+0), al 17° podio stagionale, e ha piazzato tra i primi sei anche L'Abee-Lund 5° (1+0+0+1) e Tarjei Bø 6°. Tra gli scandinavi si è inserito Benedikt Doll (0+1+0+1) , vincitore della volata per la quarta posizione

Settima posizione finale invece per il migliore degli azzurri, Lukas Hofer, perfetto sui primi 19 bersagli ma poi impreciso sull'ultimo. Errore pesante, che gli ha precluso la possibilità di salire sul podio per la terza volta nel giro di due settimane. Ha chiuso 20° Dominik Windisch (1+0+1+0), mai nelle posizioni di vertice. 

Giornata difficile al poligono per Martin Fourcade (2+1+0+1), che per la prima volta in stagione è sceso dal podio in una gara di Coppa del Mondo e ha dimostrato di essere umano. Il francese, nonostante il 19° posto, si è assicurato la coppa di specialità, completando dunque il grande slam, ovvero la vittoria di tutte le coppe in una stagione, compresa quella della classifica generale, vinta con 1116 punti, 89 in più di Bø. Terza piazza invece per Shipulin (697) che ha preceduto Peiffer 4° (668) e un ottimo Lukas Hofer 5° (637). 

In casa Italia buona stagione nel complesso anche per Windisch che ha conquistato 373 punti e soprattuto la medaglia di bronzo nella Sprint di Pyeongchang. Ha raccolto punti anche Bormolini (52), in leggera crescita di rendimento rispetto alla scorsa stagione.

Alle ore 16:00 prenderà il via la Mass femminile, che vedrà impegnate Lisa Vittozzi e Dorothea Wierer.  

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA