La carne fumada di Siror, l’arte dell’affumicatura

La carne fumada di Siror, l’arte dell’affumicatura
Sapori di Montagna

La carne fumada di Siror, l’arte dell’affumicatura

I prodotti migliori spesso nascono da semplici necessità. La conservazione degli alimenti freschi è una di queste e ci permette di gustare formaggi ottimi. Anche la necessità di conservare la carne è stata il punto di partenza di molti prodotti gustosi, come la carne fumada.

Tipica del Trentino, la cane fumada è realizzata partendo dalla coscia di manzo disossata. Il girello di manzo viene passato in salamoia, pepe, alloro, ginepro e rosmarino e successivamente affumicato e stagionato per almeno un mese. La ricetta originale è della Macelleria Bonelli di Siror, che produce la carne fumada da oltre quarant’anni.

Inserita nell’Atlante dei prodotti Tradizionali del Trentino, la carne fumada ha un aspetto simile alla carne salada, ma il sapore dei due prodotti è nettamente differente. Il girello preparato per realizzare la carne fumada, dopo essere stato in salamoia, viene asciugato e messo ad affumicare in forno con legno di latifoglie e rami di ginepro che conferiscono al prodotto un profumo e un sapore unici e inimitabili, che grazie alla stagionatura risultano persistenti.

La cerne fumada è perfetta per essere consumata cruda, come antipasto o piatto unico, magari accompagnata da un piatto tipico della cucina trentina, come i fasòi en bronzòn o il tortel di patate. Si tratta di carne molto magra e con basso contenuto di acqua, molto saporita, adatta anche per uno spuntino durante i giri sulle piste da sci o durante una passeggiata in Trentino. La carne fumada è perfetta per essere accompagnata da una birra artigianale o da uno dei numerosi ottimi vini trentini.

 

La Macelleria Bonelli di Siror è da sempre attenta alla qualità degli ingredienti utilizzati e propone alla clientela numerosi insaccati e prodotti tipici della tradizione trentina. Per scoprire di più potete dare un occhio al sito: Macelleria Bonelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
3
Consensi sui social

Si parla ancora di Sapori di Montagna

Snow Food

Valle del Vanoi, quinta edizione della CraspaMagna Dolomitica

Michela Caré, Venerdì 21 Febbraio 2020
Snow Food

Happy Cheese, in Trentino torna l'aperitivo a base di formaggio

Michela Caré, Giovedì 13 Febbraio 2020
Snow Food

Golosaneve, il percorso enogastronomico sull'Altopiano di Brentonico

Michela Caré, Venerdì 31 Gennaio 2020

Più letti in Turismo

Spagna, sulla Sierra Nevada stagione invernale con oltre 1 milione di utenti e 149 giorni di apertura

Spagna, sulla Sierra Nevada stagione invernale con oltre 1 milione di utenti e 149 giorni di apertura

Si è conclusa domenica 28 aprile la lunga stagione sciistica sui monti spagnoli della Sierra Nevada, nel cuore dell’Andalusia. Nonostante un avvio contraddistinto da scarso innevamento l’affluenza agli impianti è stata una delle maggiori di sempre, anche grazie alle politiche di diversificazione, che hanno portato quasi il 30% di utenti non sciatori.