Sabato 18 Novembre, 4:00
Utenti online: 322
 
 

Val di Fassa, Canazei, Campitello, Vigo, Pozza, Carezza, Pordoi

La Val di Fassa, fra le province di Bolzano, Trento e Belluno, é una delle più belle valli dolomitiche. Offre oltre 120 Km di piste di sci da discesa, distribuite nelle località di Campitello di Fassa, Vigo di Fassa, Canazei, Passo Fedaia, Passo Carezza, Passo Pordoi, rinomate per bellezza e ricettività.
I ladini della Val di Fassa hanno custodito nel tempo questa valle di ineguagliabile bellezza, estesa per circa 20 km. e costellata da alcune delle cime dolomitiche più famose al mondo: la Roda di Vael, il Catinaccio, il Sassolungo, il gruppo del Sella, i Monzoni, sulle quali svetta incontrastata la Marmolada.
Gli impianti di risalita sono moderni ed efficienti; le piste da sci sono quasi tutte provviste di impianti di innevamento artificiale.
Il comprensorio principale è quello di Canazei, collegato con il Sellaronda, Arabba e la Val Gardena.  Dall'altro versante della valle ci sono i comprensori di Alba di canazei (Ciampac) e di Pozza di Fassa, collegati tra di loro. Più in basso ci sono le aree skiabili del Passo Costalunga, Catinaccio e Vigo di Fassa.
Moena fa geograficamente parte della Val di Fassa ma è inclusa nel comprensorio delle Tre Valli.


Canazei, Campitello di Fassa
Adagiata ai piedi di alcune delle più suggestive cime dolomitiche, Canazei, pur non essendo il centro più popoloso della Val di Fassa è sicuramente il centro turisticamente più rinomato e di maggiore richiamo per la stagione invernale, frequentato da migliaia di turisti italiani e stranieri provenienti prevalentemente dal nord Europa.
Grazie anche alla posizione strategica a ridosso dei passi dolomitici Pordoi, Sella, Fedaia ed ai modernissimi impianti di risalita, l'area di Canazei è una delle stazioni modello dell'arco alpino. Immancabile l'appuntamento con il giro del Sella Ronda, che ha come punto di partenza principale proprio questa località.
Il comprensorio sciistico di Col RodellaBelvedere che la sovrasta offre 40 Km di piste di discesa e 70 per lo sci nordico.
Canazei rappresenta un connubio ideale tra natura e sport, manifestazioni e cultura, relax e vita notturna, moltissime sono infatti le attività après ski, i locali notturni, pubs e locali tipici, frequentati spesso fino alle prime luci dell'alba.
Alla fine di ogni estate si riuniscono a Canazei le rappresentanze di tutte le genti ladine per la "Gran festa da d'istà", appuntamento ormai classico della tradizione locale.
Immerso nel verde della bellissima passeggiata che collega Campitello di Fassa a Canazei, si è sviluppato negli ultimi anni un moderno ed attrezzato centro sportivo dotato tra l'altro di una struttura permanente per l'arrampicata, piastra per l'hockey in-line, campo da basket, calcetto, tennis, campo pratica per il golf, nonché campo di atterraggio per gli appassionati di parapendio e del deltaplano, che hanno fatto di Campitello un ritrovo di fama internazionale.

 

Alba di Canazei
Alba di Canazei, posta a 1517 m. di altitudine, è una frazione del comune di Canazei ed include in sé anche il caratteristico nucleo abitato di Penia, che conserva ancora ben visibili molte tracce delle caratteristiche abitazioni ladine.
Alba di Canazei dispone di un comprensorio sciistico, quello del Ciampac, raggiungibile dal paese tramite una veloce funivia e dotato di ottimi impianti e piste di varia difficoltà, ma soprattutto rivolte a sciatori poco esperti e principianti. Famosa tra gli appassionati la pista nera Ciampac, che scende fino in paese tra cambi di pendenza e muri in mezzo al bosco.
Qui si trova il Palazzo del Ghiaccio, teatro di famosi eventi sportivi.

 

Vigo di Fassa
Posto su di un ampio terrazzamento a 1382 m. di altitudine, Vigo di Fassa si trova in posizione dominante rispetto alla valle, con la vista che può spaziare su tutto il comprensorio, da Cima Undici e Cima Dodici fino alla Marmolada
Direttamente dal paese, tramite una cabinovia, in pochissimi minuti si raggiunge la terrazza naturale del Ciampedìe a 1998 m., che rappresenta un balcone panoramico di rara bellezza da dove lo sguardo può spaziare a 360° dal Catinaccio fino alle Pale di San Martino.
Il Ciampedie rappresenta d'inverno il fulcro dell'area sciistica omonima, dove, grazie ad un avveniristico sistema di innevamento artificiale, la neve è assicurata già dalla fine di novembre.
Questa soleggiata località in estate gode di una dislocazione privilegiata come punto di partenza per centinaia di escursioni ed arrampicate nel gruppo del Catinaccio.
Qui sorgono l’Istituto Culturale Ladino, dedicato alla tutela e alla promozione della civiltà ladina, e il Museo degli Usi e Costumi delle Genti Ladine nato con la funzione di catalogare e conservare oggetti e reperti legati al passato dei valligiani. A Vigo di Fassa appartengono anche le località di San Giovanni, Vallonga e Tamion, insediamenti minori che conservano pressoché intatte alcune interessanti testimonianze di architettura ladina.

 


Pozza di Fassa
L'abitato è posto nel punto di maggiore ampiezza della valle nel punto di confluenza tra l'Avisio e il Rio San Nicolò e beneficia infatti di un'ampia estensione territoriale in un'unica conca sovrastata da Cima Undici e Dodici. Nella stagione invernale è molto conosciuta e frequentata la pista Aloch o Ski Stadium Val di Fassa, che viene illuminata a giorno per lo sci in notturna: un vero e proprio stadio della neve con tracciati adatti a competizioni di sci alpino intrnazionale, ad allenamenti professionistici e manifestazioni di alto livello sia diurne che notturne, mentre agli appassionati dello sci di fondo riserva una valida opportunità con l'anello Ciancoal, divertente per la varietà dei suoi ritmi e per l'innevamento sempre assicurato, particolarmente suggestivo anche in notturna grazie all'illuminazione.

 


Passo Pordoi
È incassato a 2239 m. di altitudine, tra il Sass Pordoi ed il Sass Becé, divide la Val di Fassa dalla Valle di Livinallongo, delimita il confine tra la provincia di Trento e quella di Belluno e dista poco più di 10 Km da Canazei.
Dal passo, si ha rapido accesso al Gruppo del Boé per mezzo della modernissima funivia, che in pochi minuti raggiunge i 2950 m. del Sass Pordoi, dove lo sguardo si perde a 360° su tutto l'arco alpino. Da qui, d'inverno, si può affrontare l'impegnativa discesa dell'omonima forcella o scendere lungo l'impervia Val Lasties (data la particolarità di questi percorsi, essi sono da affrontare solo quando condizioni di innevamento ottimali lo permettano) e d'estate inoltrarsi lungo uno dei numerosi sentieri che percorrono questo incredibile scenario lunare.

 


Passo Costalunga/Carezza 
Il nome originario é Carezza (1745 m. di altitudine) che deriva dal termine dialettale tedesco "KAR", ovvero scodella, ad indicare una concavità tra i monti. Dista circa 8 km. da Vigo di Fassa, e si sviluppa su un'ampia sella prativa incastonata tra le pendici del gruppo del Latemar e le estremità del Catinaccio. Il passo gode di una bellissima esposizione panoramica, nonché di una privilegiata esposizione verso il sole. Dal Carezza partono molte passeggiate di diversa difficoltà e molti impianti sciistici, dei quali alcuni particolarmente indicati per principianti.
Indimenticabile l'emozione dell'Enrosadira al tramonto: Re Laurino ed i suoi nani vivevano proprio qui.