Questo sito contribuisce alla audience de

Cervinia, apertura anticipata. Si scia a Plan Maison dal 26 maggio

seggiovia Bontadini
Info foto

Cervinia

Sci Estivo

Cervinia, apertura anticipata. Si scia a Plan Maison dal 26 maggio

Dal 26 maggio gli impianti di Cervinia saranno aperti per tutti. Sarà possibile acquistare lo skipass esclusivamente on line.

La Valle d’Aosta cambia colore e da zona arancione diventa zona gialla. Una notizia importantissima per Cervinia che ha deciso di anticipare al 26 maggio la data di apertura degli impianti per lo sci estivo. Inizialmente era prevista per il 12 giugno.

Saranno in funzione l'impianto di arroccamento Breuil-Cervinia - Plan Maison e le tre seggiovie Plan Maison, Fornet e Bontadini. Sarà esclusa in questa fase la possibilità di accedere alla parte alta del Ventina e al Plateau Rosà.

L'accesso sarà regolamentato dalle norme anti Covid-19 in vigore, che prevedono la capienza del 50% sugli impianti chiusi e del 100% su quelli aperti.

Lo skipass giornaliero avrà un costo di 33 euro (valido solo per il versante italiano) e sarà possibile acquistarlo esclusivamente on line a partire da martedì 25 alle ore 8.00.

Al momento si potranno acquistare skipass per sciare fino all'11 giugno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
1k
Consensi sui social

Si parla ancora di Sci Estivo

Stelvio

Passo dello Stelvio, apertura degli impianti rimandata al 12 giugno

Michela Caré, Lunedì 24 Maggio 2021
Sci Estivo

Apertura impianti per tutti: dove sciare nei prossimi giorni?

Michela Caré, Martedì 18 Maggio 2021
Les deux Alpes

Il 29 maggio aprono gli impianti di risalita a Les Deux Alpes

Michela Caré, Martedì 11 Maggio 2021

Ultimi in Regioni

Niente sci in Vallaccia tra Bormio e Livigno, la sentenza è definitiva

Niente sci in Vallaccia tra Bormio e Livigno, la sentenza è definitiva

Arriva lo stop definitivo all’impianto di risalita “Vallaccia” nel Comune di Livigno che avrebbe avvicinato il versante del Mottolino a Bormio. La soddisfazione di Legambiente: “Dopo sette anni di ripetute sconfitte in tutte le sedi giudiziarie, esigiamo che il Comune adempia alla demolizione delle opere illecitamente realizzate”.