Questo sito contribuisce alla audience de

Cala il sipario sulla CdM Giovani. Il weekend in Norvegia si chiude con due vittorie e tanti podi azzurri

Cala il sipario sulla CdM Giovani. Il weekend in Norvegia si chiude con due vittorie e tanti podi per la squadra azzurra
Info foto

Einar Engdal

Sci Alpinismocoppa del mondo giovani 2023/24

Cala il sipario sulla CdM Giovani. Il weekend in Norvegia si chiude con due vittorie e tanti podi azzurri

Coppa del Mondo Giovani di Sci alpinismo: l'annata 2023/24 è terminata oggi in quel di Molde. Trionfo nell'Individual di sabato per Luca Curioni tra gli U18 e Hermann Debertolis con il 2° posto si garantisce la vittoria della generale U20. Nella Staffetta mista domenicale, la coppia Canovi/Bertolina chiude 7^. È la fine di una stagione sicuramente soddisfacente per i giovani azzurri con tante vittorie, podi e titoli, che fanno ben sperare in proiezione Milano-Cortina 2026. 

Questo fine settimana la località norvegese di Molde ha ospitato l’ultima tappa di una breve ma intensa stagione di CdM per gli scialpinisti più giovani. La gara Individual di ieri, sabato 16 marzo, ha regalato a Luca Curioni un altro successo stagionale, dopo quello conquistato ai Campionati europei di Flaine/Chamonix. L’atleta azzurro domina la categoria U18 fermando il cronometro a 51’25”, anticipando di quasi un minuto l’austriaco Elias Peer e lo svizzero Theo Voutaz, mentre chiude 5° Enrico Pellegrini, vincitore della Vertical di mercoledì.

Il posto conquistato da Hermann Debertolis, appena dietro al cinese Bu Luer, gli garantisce la vittoria nella classifica generale e lo corona Campione del mondo U20 in una stagione che lo ha visto collezionare ben 10 podi, di cui una vittoria e un titolo europeo. Fuori dal podio un ottimo Leonardo Vincenzo Taufer, che guadagna comunque il posto nella generale, mentre chiude in 12^ posizione Erik Canovi.

Nelle categorie femminili Silvia Boscacci, vincitrice a Berchtesgaden, è la prima delle azzurre nella U18 e chiude la prova individuale dominata da Cidan Yuzhen al posto, mentre Martina Scola, Vanessa Marca e Melissa Bertolina si posizionano rispettivamente in 8^, 10^ e 13^ posizione. L’unica azzurra al via nelle U20, Clizia Vallet, conclude all’ posto, scontando un distacco pesante dalla testa della norvegese Ida Waldal.

Le Staffette miste di oggi hanno poi definitivamente fatto calare il sipario sulle competizioni giovanili. In finale A l’Italia è stata rappresentata dalla coppia Erik Canovi / Melissa Bertolina che si è dovuta tuttavia arrendere alla superiorità di Cina, Francia e Norvegia, arrivate per prime in quest’ordine al traguardo, chiudendo al posto.

Tanti erano però anche i giovani azzurri impegnati sul fronte francese della 38esima edizione della Pierra Menta, quest’anno aperta anche agli U20 con due prove in due giorni. In questa categoria hanno trionfato Edoardo Mottini / Simone Compagnoni e Maria Butxaca / Anna Pedranzini, mentre tra gli U18 a imporsi sono stati Lorenzo Milesi / Umberto Ferrazza e Olga Corti / Annalisa Pitscheider, Sul lato Senior, non si possono non menzionare anche le coppie Robert Antonioli / Davide Magnini e Alba de Silvestro / Giulia Murada che ieri hanno portato a termine la classica competizione lunga 4 giorni chiudendo entrambi in 2^ posizione finale, alle spalle dei vincitori di casa Gachet / Bon Mardion e Mollaret / Harrop.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
123
Consensi sui social

Più letti in scialpinismo

A Pasquetta i big dello skialp si sfidano nella classica Valtellina Orobie

A Pasquetta i big dello skialp si sfidano nella classica Valtellina Orobie

La gara sulle vette valtellinesi del Meriggio e dei Campelli di Albosaggia viene recuperata lunedì 1 aprile, con una competizione individuale valida come ultima tappa della Coppa Alpi Centrali, ma aperta a chiunque. Tra gli iscritti anche l’atleta di casa Michele Boscacci che vuole ritrovare la condizione dopo un forte malanno che lo ha colpito a metà marzo, in cerca di conferme per un finale di stagione di livello.