Martedì 18 Settembre, 19:10
Utenti online: 611
Angelo Bonorino
Angelo Bonorino

Salomon e Atomic parleranno presto cinese?

Salomon e Atomic parlenanno presto cinese?

Amer Sports Corporation potrebbe presto passare di mano. Il gruppo finlandese, a cui fanno capo i marchi sportivi  Atomic, Salomon, Arc’teryx, Peak Performance, Mavic, Suunto, Wilson e Precor, ha comunicato di aver ricevuto una manifestazione di interesse non vincolante da parte di un consorzio che include l'azienda di abbigliamento sportivo cinese Anta Sports e la società asiatica di private equity FountainVest Partners.

I cinesi vorrebbero acquistare il 100% del capitale di Amer con un’offerta in contanti soggetta a una serie di condizioni, tra cui il sostegno del Cda di Amer. Il prezzo indicato di 40 euro per azione porta ad una valutazione complessiva dell'azienda Amer di 4,7 miliardi di euro. La capitalizzazione borsistica di Amer Sports era di 3,34 miliardi di euro prima che questa notizia cominciasse a diffondersi negli ambienti finanziari. Nel primo semestre, chiuso a fine giugno, il gruppo ha registrato un fatturato di 1,107 miliardi di euro, contro gli 1,16 miliardi di un anno prima.

Per il momento i vertici del gruppo finlandese sottolineano che “non è stata avviata alcuna discussione e che un accordo simile necessiterebbe della convalida degli azionisti e dell’adozione di diverse misure normative”.

Secondo quanto riportato dal quotidiano "La Repubblica" le ultime direttive delle autorità cinesi sulle acquisizioni all’estero invitano gli investitori a concentrarsi in settori strategici, e lo sport è uno di quelli da cui i colossi mandarini negli ultimi mesi sono stati invitati a disinvestire.  
Tuttavia Amer non è una squadra di calcio, ma un'impresa manifatturiera con solide radici in Europa. E soprattutto specializzata negli sport invernali, discipline che in Cina hanno difficoltà a decollare, ma a cui la popolazione verrà “educata” nei prossimi mesi di avvicinamento a Pechino 2022. L’offerta tutto sommato potrebbe essere allineata agli interessi delle autorità comuniste e di Anta, che già distribuisce nel Paese l'abbigliamento Descente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA