Questo sito contribuisce alla audience de

Ski-test Atomic 2015/16: Doubledeck 3.0 per una sciata ancora pił fluida

Atomic Belingheri
Info foto

fotopozzi.com

Test NeveItalia

Ski-test Atomic 2015/16: Doubledeck 3.0 per una sciata ancora pił fluida

La gamma 2015/16 della casa austriaca si conferma di alto livello, con proposte con un range di utilizzo ben determinato e qualche novità, come ad esempio la nuova serie allmountain Vantage, pensata più che altro per adattarsi nellecondizioni più differenti, e la struttura Doubledeck 3.0, rivista e migliorata.
Ecco i nostri test, con pregi e difetti degli sci Atomic 2015/16!

L’alta parte della gamma è suddivisa nella classica proposta di racecarver GS e SL, con i rispettivi Atomic Redster Doubledeck 3.0 GS e Atomic Redster Doubledeck 3.0 SL, un gradino sotto di questi due modelli si va a posizionare la serie Atomic Redster Edge, anch’essa proposta in variante GS e SL, rappresentando il punto di giunzione tra dei semplici allround e degli sci più votati alle performance.

L’Atomic Redster Doubledeck 3.0 GS nella versione 2015/16 è uno sci che, rispetto a quello che potrebbe pensarsi, risulta molto gestibile, con risposte controllabili sia sul duro che sul ripido.
La struttura Doubledeck 3.0 si caratterizza per essere ancora più semplice nell’ingresso in curva, con un minor rocker in punta ma con una struttura di rinforzo che agisce sulle forze della sciata in maniera più dolce e controllata.
Lo stesso discorso può farsi per l’alter ego da Slalom, l’Atomic Redster Doubledeck 3.0 SL: uno sci docile e gestibile se sciato nei canoni consentiti dalla sciancratura. Negli archi stretti la conduzione e la tecnica moderna è esaltata: lo sci non si “oppone” mai, ma segue le direttive di chi lo scia con maneggevolezza e precisione.
Il piccolo difetto di questa struttura, anche se attenuato rispetto agli scorsi anni, è una leggera instabilità nella gestione della curva forzando il raggio proprio dello sci, cercando di ridurlo ulteriormente.

L’Atomic Redster Edge GS è invece un allround con grandi aspirazioni: ha prestazioni molto simili al GS, ma abbraccia archi di curva diversi e più vari, donando alla sciata maggior comfort rispetto al “fratello maggiore” Redster Doubledeck 3.0 GS. La struttura, per un allround, è abbastanza solida ma pesante e di stretta derivazione da quelle da GS, con una leggera tendenza ad affondare nelle nevi morbide.

Per il pubblico femminile troviamo la consueta linea Cloud. L’Atomic Cloud Eleven XT portato al test è molto intuitivo: la nostra istruttrice Anastasia Cigolla ha raccontato di averlo “subito capito” dalle prime curve.
Come il resto della gamma si rivela facilmente gestibile e risulta così indicato per un’ampia gamma di sciatrici, che non pretendono troppo dall’attrezzo ma esigono facilità.

Gli sci testati

Atomic Redster Doubledeck 3.0 GS
Il nuovo Atomic Redster Doubledeck 3.0 GS si propone come uno sci addolcito nel suo comportamento, sia nella gestione di curva che nelle risposte sul ripido e duro,...
Atomic Redster Doubledeck 3.0 SL
Il nuovo Atomic Redster Doubledeck 3.0 SL, la proposta nella categoria racecarver slalom della casa austriaca, si caratterizza per essere uno sci tendenzialmente...
Atomic Redster Edge GS
L’Atomic Redster Edge GS rappresenta la vera sorpresa per la stagione 2015/16 nei test Neveitalia. Testato tendenzialmente su nevi primaverili, da metà...
Atomic Cloud Eleven XT
La gamma Atomic dedicata alle sciatrici è denominata “Cloud” e trova al top della serie il Cloud Eleven XT nella versione aggiornata per la stagione...
Atomic Vantage 90
Una gamma totalmente nuova sarà presente nelle rastrelliere dei negozi: si tratta della linea Atomic Vantage, il nuovo allmountain della casa austriaca.Presentato...
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social