Questo sito contribuisce alla audience de

Lo speed skating torna nel suo tempio a Heerenveen. Azzurri pronti ancora a stupire

Lo speed skating torna nel suo tempio a Heerenveen. Azzurri pronti ancora a stupire
Info foto

Getty Images

Speed Skating – CdM a Heerenveen

Lo speed skating torna nel suo tempio a Heerenveen. Azzurri pronti ancora a stupire

Per la prima volta in questa stagione il tempio della Thialf Arena ritrova lo speed skating. Nello storico impianto di Heerenveen si torna a gareggiare - dall'11 al 13 dicemebre - per la quarta tappa di Coppa del Mondo ISU. Il palazzetto e la pista più famosi d’Olanda sono nel mezzo di alcuni lavori ristrutturazione che si protrarranno fino a tutto il 2016, ma le condizioni per disputare l’ennesimo spettacolare e appassionante weekend di World Cup ci sono, così come ci sono i migliori interpreti su pista lunga.

Perciò i tantissimi appassionati di pattinaggio oranje potranno assistere da vicino alle gesta dei propri idoli. E lo spettacolo si preannuncia succulento in tutte l 12 le distanze individuali – equamente divise tra gruppo A e B per uomini e donne – che assegneranno altrettante vittorie e le gare a squadre di Team Pursuit e Team Sprint.

Da una parte l’attesa in parte condensata per il rientro sul ghiaccio dell’idolo incontrastato di città e nazione, e dei suoi tantissimi appassionati: Sven Kramer. Il fuoriclasse originario proprio della città nella Frisia cercherà la sua 28esima vittoria in Coppa nei “suoi” 5mila metri dopo aver vinto la prima prova dell’anno a Calgary. Kramer, inoltre sarà al via con i compagni di squadra Blokhuijsen e Bergsma nell’attesissima prova dell’Inseguimento a squadre.

Dovrebbe essere in azione sulla Thialf, salvo imprevisti dell’ultimo momento, anche lo sprinter più veloce dell’ultimo anno: Pavel Kulizhnikov. Il 21enne russo non aveva gareggiato a nessuna delle gare in programma nello scorso fine settimana a Inzell. Un’influenza l’ha dapprima fatto desistere dal presentarsi ai 500 metri, poi nella giornata di sabato ha rinunciato a disputare i 1000 soltanto pochi minuti prima del via. Kulizhnikov, primo uomo a scendere sotto i 34 secondi sul mezzo chilometro, cercherà di proseguire la sua striscia vincente che dura ormai da 9 gare – di cui 5 in questa stagione – vinte consecutivamente nei 500. Una sequenza impressionante. La presenza di Kulizhnikov sarà un banco di prova decisivo per l’olandese Kjeld Nuis, reduce dal successo sui 1000 metri e dal secondo posto nei 1500 della scorsa settimana. Piazzamenti che l’hanno fatto balzare in testa alla classifica generale di Coppa (la Grand World Cup) davanti a Bergsma, Swings e appunto al russo a digiuno di punti nella tappa di Inzell.

Le donne più attese in assoluto sono sempre le due americane – prima e seconda in Grand World Cup separate da 25 punti soltanto - Heather Richardson-Bergsma e Brittany Bowe. La prima gareggia per la prima volta in Olanda dopo il matrimonio con Jorrit Bergsma, altro idolo degli appassionati oranje e grandissimo interprete sulle lunghe distanze e nella Mass Start. Per dare l’idea del dominio incontrastato del duo Richardson-Bowe, basta dire che delle 15 gare disputate contro il tempo da inizio stagione, ben 6 se le sono spartite tra di loro: ovvero tutte quelle su 1000 e 1500 metri. Tra le altre interpreti fari puntati su Lee Sang-Hwa e Martina Sábliková, leader rispettivamente delle classifiche generali di Coppa su 500 e 3000/5000 metri.

L’Italia arriva a Heerenveen galvanizzata dall’ottimo momento di forma di molti dei suoi protagonisti della pista lunga. Gli azzurri allenati dal c.t. Maurizio Marchetto sono tra i papabili candidati per il podio nella Mass Start maschili, gara in programma domenica e nella quale l’ottimo Fabio Francolini è reduce dal preziosissimo terzo posto ottenuto domenica scorsa a Inzell. Farà coppia con lui ci sarà anche Andrea Giovannini, in gara anche nei 5mila metri di Division B fresco del podio sui 1500 in Division B e del decimo posto nei 5mila nel gruppo A. Da tenere in considerazione anche il velocista trentino David Bosa, che a Heerenveen è in piena corsa  – frutto dei punti conquistati con la vittoria in B e del decimo posto in A in Germania – per entrare nei 500 metri con il primo gruppo di merito. Già domani sarà impegnato nella prima serie. Fari puntati anche sul Team Pursuit maschile. Gli azzurri, già sul podio nella tappa di Calgary con Francolini, Giovannini e Stefani, sono attualmente in terza posizione nella classifica generale di specialità e sono stati abbinati all’Olanda nella propria batteria di domani: andranno a caccia di un podio. Tra le donne, invece, c’è attesa per la Mass Start in cui – per la seconda volta consecutiva – gareggeranno due azzurre: Francesca Lollobrigida e Francesca Bettrone. La stessa Lollobrigida è impegnata domani nei 3000 metri di Division A, promossa dopo il brillante terzo posto ottenuto a Inzell. Anche Yvonne Daldossi gareggerà con le migliori 20 interpreti della Division A, sui 500 metri. L’altoatesina – seconda nella seconda serie “B” a Inzell - aprirà il pomeriggio di gare, alle 17, nella sua batteria in coppia con la coreana Kim Hyun-Yung.

Clicca qui per consultare il programma e gli iscritti della tre giorni di gara olandese e le classifiche complete di Coppa del Mondo. Ricordiamo che l’evento sarà trasmesso in diretta streaming – domani dalle ore 17:00 - sul canale skating dell’ISU. Per accedere al link clicca qui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social