Questo sito contribuisce alla audience de

Martins Dukurs e Jacqueline Loelling fanno la storia a Sigulda. Buon rientro per Gaspari

Martins Dukurs e Jacqueline Loelling fanno la storia a Sigulda. Buon rientro per Gaspari
Skeleton#martinsdukurs #sportlegends #sigulda #gaspari

Martins Dukurs e Jacqueline Loelling fanno la storia a Sigulda. Buon rientro per Gaspari

Vittoria di tappa, titolo europeo e Coppa del Mondo, meglio di così non si poteva concludere la stagione 2019-2020 del massimo circuito dello skeleton per Martins Dukurs. Il fuoriclasse lettone a Sigulda sulla sua pista, ha letteralmente dominato l'ultimo appuntamento stagionale regalandosi dopo due anni un'altra Sfera di Cristallo, la nona della carriera, e l'undicesimo titolo continentale.

Dukurs che conosce ogni centimetro del budello situato ad una quarantina di chilometri dalla capitale Riga, ha pennellato ogni curva del difficile tracciato baltico, infliggendo distacchi pesantissimi al resto della concorrenza. L'unico avversario capace di contenenere il ritardo sotto al secondo è stato il fratello maggiore Tomass, che sulla pista di casa è tornato a respirare il "profumo" di podio, regalando alla famiglia Dukurs l'ennesima doppietta in gare di Coppa del Mondo.

Terza piazza a 1"06 dal vincitore, per il sud-coreano Sungbin Yun che con una seconda manche non impeccabile ha perduto una posizione rispetto alla prima discesa. Quarto posto per il sempre più convincente Felix Keisinger che dopo il titolo mondiale junior conquistato una settimana fa a Winterberg, a Sigulda si è regalato la prima medaglia importante della carriera in ambito senior.

Soltanto quinto il russo Tretiakov, l'unico che a vigilia dell'ultimo weekend stagionale poteva ancora impensierire Dukurs nella lotta alla Sfera di Cristallo. Il campione olimpico di Sochi così come il connazionale Tregubov, settimo, non è riuscito a trovare il giusto feeling col budello lettone, cedendo il passo allo storico rivale.

Ottima sedicesima posizione per l'azzurro Mattia Gaspari al rientro in Coppa del Mondo dopo due stagioni di inattività a causa di un brutto infortunio al tendine d'Achille. L'ampezzano portacolori delle Fiamme Azzurre si è ben comportato dimostrando tutto il suo talento nella fase guidata dell'ostica pista baltica, recuperando nella seconda manche pure due posizioni rispetto alla prima discesa. Gaspari che in questa stagione ha dovuto ripartire dalla Coppa Europa e dalla Coppa Intercontinentale per aver diritto di partecipare al massimo circuito dello skeleton, ha ancora ampi margini di miglioramento considerando che a seguito dell'infortunio ha dovuto cambiare completamente gli automatismi di partenza, passando dalla spinta sul lato destro a quella sul lato sinistro dello skeleton. 

In Casa Italia si segnala anche il ventottesimo posto di Manuel Schwaerzer che non è riuscito a qualificarsi per la seconda manche.

Finale thrilling nella gara femminile che ha assegnato la Coppa del Mondo soltanto al termine della discesa dell'ultima atleta a scendere in pista. L'appuntamento conclusivo della stagione ha visto primeggiare la russa Elena Nikitina che si è laureata per la seconda volta nella carriera campionessa europea. La detentrice della Sfera di Cristallo ha preceduto di 34 centesimi la sorprendente svizzera Marina Gilardoni che superando in extremis Janine Flock al secondo posto, ha impedito a quest'ultima di aggiudicarsi la classifica generale. L'austriaca infatti non è riuscita nell'impresa di scavalcare in vetta alla graduatoria la tedesca Jacqueline Loelling che a Sigulda è parsa piuttosto in difficoltà tanto da chiudere soltanto all'ottavo posto

Con questo roccambolesco risultato, la venticinquenne originaria di Weidenau è entrata di diritto nella storia dello skeleton femminile, diventando l'atleta con più Sfere di Cristallo conquistate in carriera, affiancando in questa speciale classifica la britannica Alex Coomber che tra il 1999-2000 e il 2001-2002 si è aggiudicata 3 Coppe del Mondo.

Gara da dimenticare in generale per la squadra tedesca ed in particolare per Tina Hermann, retrocessa dal terzo al quindicesimo posto dopo aver patito un rovesciamento nella manche conclusiva. La teutonica è stata preceduta di una posizione anche dall'azzurra Valentina Margaglio che si è piazzata a soli 25 centesimi dalla top ten.

Conclusa la stagione di Coppa del Mondo, il circuito dello skeleton dal prossimo weekend si trasferisce ad Altenberg per gli attesi Campionati del Mondo, dove andranno in scena le consuete gare sulla distanza delle quattro discese.

#MARTINSDUKURS #SPORTLEGENDS #SIGULDA #GASPARI
© RIPRODUZIONE RISERVATA
86
Consensi sui social