Questo sito contribuisce alla audience de

Dobbiaco scalda i motori per il Tour de Ski, il 5-6 gennaio la due giorni di gare. E Pellegrino...

Foto di Redazione
Info foto

ufficio stampa NewsPower

Sci Nordicotour de ski

Dobbiaco scalda i motori per il Tour de Ski, il 5-6 gennaio la due giorni di gare. E Pellegrino...

Dopo l'avvio in Val Mustair, in Alto Adige le tradizionali distance a skating e inseguimento in classico. Il valdostano: "Legato da splendidi ricordi. Klaebo? Spero torni presto".

E' arrivata in silenzio nella notte, come annunciato, la neve a Dobbiaco, ammantando nuovamente la Nordic Arena e le piste già pronte per il Tour de Ski, che ora sono come un manto di velluto. Il comitato “SportOK Dobbiaco” è stranamente rilassato, perché è già stato predisposto tutto con buon anticipo. Le gare di martedì 5 e mercoledì 6 gennaio 2021 si prospettano molto interessanti e c'è da giurare che, senza i norvegesi, saranno sfide ancora più combattute e dal risultato per nulla scontato.

I russi amano le piste dell'Alta Pusteria e lo scorso anno nella prima giornata hanno dipinto il podio con i colori della propria nazione, celebrando Ustiugov, Yakimushkin e Bolshunov. Nella pursuit invece Ustiugov è stato piegato da Bolshunov. Le competizioni del 5 e 6 gennaio saranno quelle tradizionali, una 10 e 15 km in tecnica libera il primo giorno, stesse distanze ma pursuit e in tecnica classica per la Befana. La gara individual di 10 e 15 km in tecnica libera si disputerà sull'impegnativa pista Nathalie di 5 km, da percorrere rispettivamente due volte al femminile e tre al maschile. Per il giorno dopo, la pursuit in classico si gareggerà su piste diverse, la “Marina” di 3,3 km da affrontare tre volte per le donne e la pista “Isabel” di 3,750 km da percorrere quattro volte per i maschi. Per tutti e tre i percorsi c'è la nuova variante dentro la Nordic Arena, con una salita che taglia il lungo rettifilo prima del traguardo.

Dal punto di vista tecnico, la direzione di gara è stata affidata a Marina Rizzo che ha guidato recentemente anche la Coppa Italia, pista e stadio saranno gestiti invece da Freddy Stauder e da Gerhard Steinmair, sinonimo di garanzia assoluta.

Protocolli di massima sicurezza per atleti, entourage delle squadre e dirigenti FIS, tutti in una speciale bolla, tamponi per tutti, anche per i tanti volontari impegnati nei vari settori. I protocolli anti Covid sono stati studiati dal dott. Pierpaolo Bertoli, direttore sanitario della Provincia di Bolzano, come ha fatto e sta facendo per tutti i grandi eventi. Sul posto con Irene Watschinger, responsabile dell'area anti Covid, opereranno anche Patrick De Zordo, responsabile anche degli accrediti, e Lukas Innerhofer della Croce Bianca, che ha maturato grande esperienza nel campo.

Un vero peccato che le norme costringano a disputare le gare “a porte chiuse”, così innevata la Nordic Arena e tutta Dobbiaco sono particolarmente affascinanti, ma ci sarà ovviamente la possibilità di ammirare le sfide sugli sci stretti davanti alla TV. Per i colori azzurri gareggeranno nel Tour de Ski, lo ricordiamo, Federico Pellegrino, Francesco De Fabiani, Mirco Bertolina, Davide Graz e i regionali Giandomenico Salvadori, Paolo Ventura e Michael Hellweger. Tra le donne, selezionate Greta Laurent, Lucia Scardoni, Ilaria Debertolis, Elisa Brocard, Anna Comarella, Martina Di Centa e Francesca Franchi. Unico altoatesino in gara Michael Hellweger, che però come specialista delle sprint gareggerà solo in Val Mustair: “Faccio solo la sprint perché non mi sento ancora pronto per le gare distance. Fino ad ora la preparazione e le gare sono state più o meno regolari e la mia forma è in crescita, a parte Davos, dove ho avuto proprio una giornata storta. Peccato non sia prevista una sprint a Dobbiaco, perché sarebbe stato bello correre in casa”.

Federico Pellegrino parla volentieri di Tour de Ski: “Del 2015 a Dobbiaco ho un bellissimo ricordo, avevo vinto quattro gare di fila, avevo corso anche altre competizioni a Dobbiaco ma senza vincere. E' una pista che mi piace molto: in questo periodo affronto le giornate allenandomi mattina e pomeriggio, questa settimana è molto importante mettere delle ore nelle gambe in funzione di tutta l'intensità che richiede il Tour de Ski, però mi godo anche casa con Greta. Il mio pronostico? Non so cosa aspettarmi in generale, perché voglio concentrarmi tappa dopo tappa, però il mio pensiero è quello di vincere la prima gara in Val Mustair.

Se sentissi Klaebo gli chiederei di tornare, perché proprio adesso che ho le gambe che funzionano bene mi piacerebbe avere un confronto con lui e vedere com'è il mio stato di forma in risposta alla sua condizione. Spero che torni presto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
21
Consensi sui social

10 Km Femminile Toblach (ITA)

15 Km Maschile Toblach (ITA)

10 Km Femminile Toblach (ITA)

15 Km Maschile Toblach (ITA)

FONDO, SCELTI DAI LETTORI

Prezzi Maplus lama in metallo duro per ergorazor  quadrata

BOTTERO SKI

MAPLUS - lama in metallo duro per ergorazor quadrata

22.00 €

Lama quadrata in metallo duro per ergorazor maplus utensile squadrato in metallo duro per qualsiasi toglifenolo.